Passa ai contenuti principali

Il culto della Fede nella Regione Basilicata

Il culto della Fede
nella Regione Basilicata
Il turismo religioso in Regione Basilicata è poco sviluppato, in quanto manca una strategia complessiva e dove sono attivi dei percorsi, è il risultato di un progetto locale o di un effetto trascinamento, dovuto al contesto territoriale in cui si trovano, come nel caso delle Chiese Rupestri di Matera, o ai fedeli che si recano in pellegrinaggio (Madonna di Viggiano, San Rocco di Tolve, ecc. ), seppure, in questo ultimo caso, sia limitato soprattutto alle ricorrenze religiose. 

Molte sono le Chiese in Regione Basilicata che hanno una storia secolare, con un enorme potenziale turistico, ma, non essendoci una spinta né dal contesto, né dai pellegrini, sono confinate all’utilizzo da parte dei fedeli locali praticanti, e, nonostante ciò, si registrano, comunque, sporadiche presenze di qualche turista, spesso, però, senza alcun supporto cartaceo e/o multimediale sui luoghi che si stanno visitando. 

Il progetto si pone l’obiettivo di promuovere e favorire il turismo religioso in Regione Basilicata, predisponendo e rendendo fruibili i relativi percorsi turistici possibili, consentendo a tutti i soggetti interessati di reperire agevolmente le informazioni necessarie per accedere alle visite, tramite la consultazione di canali internet dedicati (blog, facebook, youtube, maps, earth, altro), realizzando delle reti online interattive delle comunità religiose lucane. 

Le singole parrocchie, anche quelle non inserite nei percorsi turistici, potranno, tramite questi strumenti, comunicare direttamente nel web tutte le informazioni che riterranno opportune, ad iniziare dalle eventuali iniziative, sociali e culturali, con la possibilità di poter attivare anche una propria presenza autonoma. 

In questo modo, si darà anche un seguito alla volontà di Papa Benedetto XVI, che in occasione della chiusura del convegno "Testimoni digitali. Volti e linguaggi nell’era crossmediale", organizzato in Vaticano, nel quale sono intervenuti i massimi vertici della Cei e le competenti autorità vaticane, ha dichiarato: “Senza timori vogliamo prendere il largo nel mare digitale per abitarlo con «cuore credente, tentando di dare un’anima al flusso incessante della rete”. 

Pertanto, con l’avvio di questo progetto, sarà possibile, per le parrocchie interessate, proiettarsi nel mondo virtuale emergente della rete internet, dando nuova linfa, fiducia e speranza alle tante anime, abbandonate al loro destino, che non sempre si riescono ad intercettare con i metodi tradizionali.

Commenti

Partner tecnico :

contenuti popolari...

L’ “esplosione” odierna del tempo libero

Oggi, cambiando i ritmi lavorativi e aumentando la disponibilità anche finanziaria per gli aspetti al di là della “sopravvivenza”, il tempo libero è esploso come un fenomeno sempre più grande e presente nella nostra vita, sia da un punto di vista quantitativo che qualitativo. 
Inoltre per molte persone esso sta diventando l'unico spazio in cui esse cercano una certa quale realizzazione, visto il sempre minore significato “realizzante” del lavoro e della carriera, e in genere di tutti gli altri momenti della vita (famiglia compresa). 
Questo è particolarmente vero per i giovani che, senza più progetti di studio o lavoro, né ideali politici o sociali, e sempre più distaccati da famiglia e comunità religiosa (che li coinvolgono infatti sempre meno), si tuffano nel tempo libero come àncora di salvezza. 
Ma è anche vero che gli anziani, liberi ormai da doveri professionali e spesso anche di famiglia, diventano i “professionisti” del tempo libero, anche se sovente, non preparati prima, non…

Esposizione Arte Sacra dalla Passione alla Resurrezione

Inizia il 10 aprile alle 18 e durerà fino al 10 maggio 2019, la mostra di opere di Arte Sacra dedicata ad Antonio Masini, artista potentino, scoparso di recente.
Le opere sono esposte nella Cappella dei Celestini, in Largo Duomo, a Potenza.
La mostra è curata da Monsignor VitAntonio Telesca, Vicario Generale dell'Arcidiocesi di Potenza, Muro Lucano, Marsico Nuovo.
Le immagini sono un'anteprima di alcune delle opere della collezione privata, valorizzate dalla Borsa Europea del Fondo Europeo Diretto www.fedx.it/arte .

Presenta FEDx

FEDx è l’acronimo di Fondi Europei Diretti, ovvero i finanziamenti a fondo perduto, dal 70% al 100%, che la Commissione Europea rende disponibili ai soggetti pubblici, associazioni, imprese, ricercatori, privati e cittadini, per raggiungere gli obiettivi approvati.
Questa tipologia di finanziamenti a fondo perduto, sono spesso confusi con i fondi europei gestiti dallo Stato e dalle Regioni, tanto da non essere conosciuti, come certificano anche i dati sul numero dei partner europei interessati a presentare proposte di attivazione, x accedere alle agevolazioni previste dai singoli Fondi Europei Diretti.
Considerato che x attivare un Fondo Europeo Diretto sono necessari almeno 3 partner in Stati europei differenti, si comprende, anche grazie alle elaborazione grafiche , che il numero potenziale dei progetti candidabili è molto basso, x alcuni anche di poche unità, sempre che tutti riescano a creare la compagine e ad inviare la richiesta di finanziamento.
La Borsa Europea www.fedx.it co…