Passa ai contenuti principali

La storica parata dei Turchi - 29/05/2011

Parata dei Turchi a Potenza
29 maggio 2011
Piazza Matteotti, ore 15.30: 

1° Quadro
Aspettando la Parata dei Turchi...

Campo Sportivo Viviani, ore 19.30: inizio Parata Storica

Prima ambientazione 

Festeggiamenti per il Santo Patrono nella Potenza del XIX secolo.

Il popolo potentino in festa commemora San Gerardo.
Seconda ambientazione...poi andava la compagnia turchesca e moresca vestiti: la parata a Potenza nel 1578.

I turchi conquistatori
I turchi pronti a combattere
La leggenda di San Gerardo che vince i Turchi
La città è libera
Entrata in città del Conte Alfonso De Guevara

Terza ambientazione

San Gerardo e la devozione popolare nel Medioevo
La processione del Santo Patrono nel XII secolo: il popolo e il Clero festeggiano San Gerardo.

Le rievocazioni storiche

Porta Salza: il Conte Alfonso nuovo signore di Potenza
Largo Duomo: le fiaccole e gli angioletti di San Gerardo. Dal Santo Patrono: voglia di preghiera.
Piazza Matteotti: Si accende la iacchera: piazza Sedile in festa

Commenti

Partner tecnico :

contenuti popolari...

Parrocchia di Gesù Maestro, Macchia Romana, Potenza

Da domenica 24 giugno a domenica 1 luglio si svolgerà a Potenza la festa della Parrocchia di Gesù Maestro, posta al centro del nuovo e popoloso quartiere di Macchia Romana, ed affidata alle cure di don Michele Celiberti, della famiglia dei Discepoli. 
Lo scopo della festa, il cui titolo generale è Il “LA PARROCCHIA: UNA COMPAGNIA AFFIDABILE” è quello di far vivere una esperienza di chiesa gioiosa e accogliente, attraverso una serie di varie e articolate iniziative di cultura, amicizia, preghiera e animazione del tempo libero.

Convegno Nazionale: Laureati in scienze motorie. Tra sbocco professionale, lavoro nero e risorsa educativa

20 settembre 2012 Centro Congressi CEI, Via Aurelia 796Roma Il Convegno è gratuito non è previsto alloggio e pasti.
Questa iniziativa è una prima risposta a sollecitazioni emerse nell’ambito della Scuola di Pensiero “Uno sport per l’uomo aperto all’Assoluto” e intende avviare un lavoro di riflessione sull’identità formativa e professionale del “laureato in scienze motorie” nell’ambito della riflessione sulle “figure educative” secondo la scansione degli Orientamenti Pastorali della Chiesa Italiana.