Passa ai contenuti principali

La Via Romea in Italia: itinerario turistico da Ravenna a Subbiano

Via Franchigena
Sette  giorni di cammino a tappe degli amministratori tedeschi dei 21 comuni aderenti all’Associazione Via Romea, incontrando le Amministrazioni Locali, le Associazioni, i cittadini del territorio attraversato;

Le tappe aperte al pubblico sono :

Santa Sofia - Bagno di Romagna
Corezzo – Campi
Poggio d’Acona – Subbiano

Programma itinerario:


Santa Sofia –Bagno di Romagna - 18/05/2011

Ritrovo a Santa Sofia Piazza Matteotti Ore 7,45
Partenza Ore 8,00 per località Nocina
Ore 10,00 trasferimento in auto da Località Nocina  a Passo Del Carnaio
Ore 10,30 partenza del cammino dal Passo del Carnaio
Ore 12,00 arrivo a “Falce e Martello” e discesa verso Corzano
Ore 13,30 arrivo a Corzano – ristoro
Ore 14,30 visita guidata al Santuario e alla Rocca di Corzano
Ore 15,00 partenza per San Piero e Bagno di Romagna
Ore 15,30 arrivo a San Piero in Bagno con Benvenuto dell’Amministrazione Comunale ore 15,45 partenza per Bagno di Romagna
Arrivo  Bagno di Romagna ore  16,30
Partenza pullman di ritorno a Santa Sofia ore 17,00

Corezzo - Campi - 20/05/2011 

Ore 08,30 Ritrovo a Corezzo Piazza Matteotti
Ore 9,00 Partenza
Ore 11,00 Arrivo Casa Santicchio
Spuntino a base di Bruschetta,salumi e formaggi
Ore 11,45 Arrivo a Pezza
 incontro con figuranti storici
Ore 14,30 arrivo a Campi
Ore 15,99/15,30 Partenza pullman per Corezzo

Valenzano-Subbiano - 22/05/2011 

Ore 08,30 ritrovo al Castello di Valenzano di Subbiano
Ore 09,00 Partenza
Ore 10,00 Arrivo a Vogognano
Spuntino a base di Bruschette ,salumi ,affettati etc
Ore 12,30/13,00 Arrivo a Subbiano
Benvenuto dell’Amministrazione Comunale con manifestazione storica e buffet in piazza Sotto Le Mura
Ore 13,00 Partenza pullman per  Castello di Valenzano

Convegno internazionale:

Ore 15,00 Inizio Convegno al Castello di  Valenzano di Subbiano
“ la via Romea di Stade “ un’antica via dai paesi del Nord Europa a Roma interverranno storici,  amministratori tedeschi e italiani, rappresentanti europei e rappresentanti istituzioni
Ore 18,30 Chiusura del Convegno

Avvertenze:

Per la lunghezza ed alcuni tratti in pendenza anche accentuata le giornate di cammino sono  da considerarsi di difficoltà media.

Trattandosi percorsi montani ed in quota il tempo può cambiare anche repentinamente.

Si consiglia quindi abbigliamento a cipolla con capo protettivo in caso di pioggia o vento,uno zaino per portarsi  acqua  e cibi di supporto durante il cammino.

Trattandosi di percorso in parte su sentieri di bosco con guadi, pozzanghere ,fango etc  si consiglia di usare scarpe di tipo trekking .

Il Comitato “La Via Romea di Stade “ invita a valutare il caso di cimentarsi nel cammino in base alle proprie possibilità e declina ogni responsabilità in merito a sottovalutazioni del proprio stato di salute.

I Comuni organizzatori  provvederanno ad organizzare un servizio di pulmini per il ritorno delle tre  giornate  ma in funzione della affluenza non garantisce la possibilità di usufruire del servizio in tempi brevi .

Allo scopo di ottimizzare l’organizzazione si prega chi fosse interessato a partecipare di dare la propria adesione compilando e reinviando l’apposito modulo reperibile presso:

maggiori informazioni: www.subbiano.toscana.it

Commenti

Partner tecnico :

contenuti popolari...

Cattedrale di San Gerardo Potenza

Poche le notizie disponibili, e non sempre possiamo averne la certezza storica, mentre possiamo scoprire i messaggi evangelici, che il clero potentino ci ha tramandato, tramite le opere di arte sacra giunte a noi. 
La cattedrale di San Gerardo a Potenza ha subito numerose modifiche, ma possiamo ipotizzare che siano state molte di più visto che mancano ca. sei secoli, atteso che i resti più antichi risalgono ca. al VI secolo.
I primi rifacimenti radicali sono avvenuti intorno al 1200, ad opera del vescovo Bartolomeo, poi nel 1789 il vescovo Serrao la fece ricostruire più ampia. Dopo il terremoto del 1857 fu abbattuta e ridimensionata, mentre a causa di quello del 1930, negli anni ’30 furono eseguite grandi opere di restauro.
Purtroppo la violenza della seconda guerra mondiale non ha risparmiato anche la Cattedrale, tanto da essere ferita dai bombardamenti dell’8 settembre 1943, per poi essere riparata negli anni 45-50.
L’ultimo restauro è avvenuto il 1985, a seguito del violento terre…

DON PIERLUIGI VIGNOLA di POTENZA RETTORE MISSIONE CATTOLICA di AMBURGO

Il Direttore dell'Ufficio è il nuovo Rettore della Missione Cattolica di Amburgo - Germania. Il suo ingresso ufficiale è avvenuto il 23 novembre 2014, con una messa solenne presieduta dall’Arcivescovo di Amburgo S.E. Monsignor Hans-Jochen Jaschke, alla presenza del Delegato Nazionale per la Germania ed i Paesi Scandinavi P. Tobia Bassanelli, del Rev.mo Monsignor Wilm Sanders Presidente del Capitolo Metropolitano di Amburgo, di P. Sylwester Gorczyca della Diocesi di Crotone - S. Severina.
Gli italiani della Diocesi di Amburgo sono oltre 20.000, alcuni dei quali originari anche della Basilicata come il signor Giuseppe Di Mare di Oppido Lucano e fotografo ufficiale per l'occasione.
Nel suo saluto e nell'omelia l'Arcivescovo Jaschke ha rivolto parole di affetto e fraternita' a don Pierluigi, dicendo: "Saprà arrivare al cuore delle persone, soprattutto di tutti quelli che soffrono: avete veramente un grande padre e pastore”. 
Il Direttore, Don Pierluigi Vignola di…

La cappella di San Gerardo nel Duomo di Potenza

San Gerardo fu vescovo di Potenza dal 1111 al 1119 ed è il Santo patrono della Città di Potenza, la sua ricorrenza principale è il 30 Maggio, il giorno della traslazione delle sue reliquie, ma anche il 30 ottobre, giorno della sua morte.
Le reliquie di San Gerardo sono venute alla luce nel 1250 ad opera del vescovo Orberto, che provvede a traslocare solennemente le venerate reliquie in un’apposita cappella eretta in onore del Santo.
L’altare reca lo stesso stemma araldico di mons. De Luca. Nel 1629 il vescovo Diego De Vargas, scrivendo alla Santa Sede, ricordava che il venerato corpo era custodito nel tempio, ma in luogo sconosciuto perché nascosto per timore di profanazione.
Il 26 giugno 1644 il vescovo Michele De Torres consacrò la chiesa e l’altare maggiore, sotto il quale, in un sarcofago di pietra, dell’epoca tardo romana, ripose l’urna contenente il sacro corpo.
Mons. Bartolomeo De Cesare il 18 dicembre 1817, fece la ricognizione delle reliquie che ripose in due casse. Mons. Be…