Passa ai contenuti principali

Mulino Bianco e il Comune di Potenza sostengono l’educazione alimentare

Mulino Bianco ed il Comune di Potenza sostengono l'educazione alimentare 
Mulino Bianco ed il Comune di Potenza sostengono
l’educazione alimentare e l’importanza della colazione all’italiana e della buona merenda

La casa del Mulino Bianco
Arriva a Potenza il viaggio intrapreso da Mulino Bianco che toccherà le più belle piazze delle provincie italiane per riaffermare i valori della nostra tradizione culturale alimentare, con un particolare riguardo per i più piccoli. Il Comune di Potenza patrocina l’iniziativa.

Arriva a Potenza, dal 21 al 24 maggio, il Tour di Mulino Bianco, il progetto di educazione alimentare per informare e sensibilizzare gli italiani verso una corretta e sana alimentazione, che in due anni ha già toccato oltre 80 tra le più belle città italiane e ospitato oltre 500.000 visitatori.

Le attività del Tour di Mulino Bianco, a sostegno dell’educazione alimentare e di sane abitudini come la colazione e la merenda all’italiana, hanno trovato il supporto del Comune di Potenza che ha deciso di patrocinare l’iniziativa.

“Da tre anni il Tour di Mulino Bianco riscuote grande interesse in giro per l’Italia e ha accolto il sostegno di molte istituzioni locali, attente al lavoro che Mulino Bianco porta avanti per promuovere una corretta e sana alimentazione. Il patrocinio concesso dal Comune per questa importante tappa del Tour di Mulino Bianco è una ulteriore conferma in tal senso ed per noi un incoraggiamento a proseguire il lavoro nella stessa direzione” – afferma Elena Bernardelli, Direttore Marketing Bakery Italia di Barilla.

“Siamo grati a Barilla per l’iniziativa Tour di Mulino Bianco – ha detto il Sindaco di Potenza, Vito Santarsiero - che consente di diffondere, soprattutto tra i più giovani, una sana cultura dell’educazione alimentare. In tale contesto anche la cucina lucana, fondamentalmente cucina italiana e mediterranea, si propone quale elemento di identità del territorio e sano riferimento per una buona alimentazione”.

L’accogliente struttura itinerante del Mulino visiterà le più belle piazze del Paese, toccando 30 città da fine marzo a novembre 2011.

Il Mulino è aperto a tutti coloro che sono interessati ad intraprendere un’interessante esperienza alla scoperta delle origini della nostra tradizione alimentare e dell’importanza dell’equilibrio nutrizionale, con particolare attenzione alla Colazione all’italiana e alla Buona Merenda.

Durante ogni tappa, all’interno della struttura del Mulino, i visitatori possono accedere ai contenuti del progetto e partecipare ad alcune attività, come ad esempio conoscere qual è la propria tipologia di risveglio – morbido, leggero, allegro o energico – grazie a un simpatico e veloce test.

Possono così gustare la colazione più vicina al proprio modo di iniziare la giornata ricevendo un
vassoio corrispondente al proprio profilo di risveglio con biscotti e brioche Mulino Bianco.

Oggi, grazie a un’ampia gamma di prodotti Mulino Bianco accontenta, infatti, gusti ed esigenze diverse, offrendo la possibilità di scegliere una merenda più leggera o più ricca, in funzione delle attività che impegnano i bambini nel pomeriggio.
Una merenda fatta proprio come la farebbe la mamma, grazie alla cura che Mulino Bianco ripone nella scelta delle materie prime, nello studio delle ricette e nei processo produttivi innovativi e controllati.

Ed è proprio in provincia di Potenza, a Melfi, che si trova un importante stabilimento di Mulino Bianco dove vengono prodotte le merende, nonché biscotti, pane e fette biscottate. Costruito nel 1986. lo stabilimento di Melfi, che oggi conta oltre 400 dipendenti che lavorano su 7 linee di produzione, arriva a produrre fino a 70.000 tonnellate di prodotti all’anno.

Il Tour è anche l’occasione per scoprire l’ultima novità di Mulino Bianco: “Storie di Frutta al Cucchiaio”: una cremosa purea di frutta che abbraccia tanti gustosi pezzetti di vera frutta. In una
comoda e pratica coppetta, tutto il gusto e la bontà della frutta per ogni momento della giornata.

Il Tour di Mulino Bianco ospita al suo interno attività di “edutainment”, pensate per imparare giocando, dedicate ai bambini di età scolare. Proprio ai più piccoli e alle loro attività è rivolta particolare attenzione.

Laboratorio Mani in Pasta del Mulino Bianco
I bambini possono partecipare al laboratorio Mani in Pasta e al teatro “Alla scoperta dei segreti degli Amici del Mulino”, due programmi nati per far vivere un’esperienza di educazione alimentare divertente e istruttiva.

Mani in pasta, consente ai bambini di scoprire più da vicino gli ingredienti naturali e conoscere il loro corretto utilizzo nella preparazione di una merenda buona, sana ed equilibrata.
Lo chef farà un’introduzione sull’origine degli ingredienti e sulle loro caratteristiche, dopodiché accompagnerà i bambini, vestiti come dei veri chef con grembiulino e cappello, nell’attività creativa e manuale, dall’impasto alla realizzazione di biscotti.

Nel Teatro “Alla scoperta dei segreti degli Amici del Mulino” i bimbi vanno alla scoperta insieme ad un animatore di tante curiosità legate all’origine degli ingredienti, i loro differenti utilizzi, l’orto e le caratteristiche degli alimenti che trovano sulla loro tavola.

L’edizione 2011 del Tour di Mulino Bianco si arricchisce di una nuova attività che ha come protagonista il mondo del pane. Il pane da sempre accompagna la vita di tutti: alimento versatile e gustoso, arricchisce qualsiasi momento della giornata, come semplice accompagnamento o protagonista del pasto.

Tutti i Laboratori, che fino ad oggi hanno ottenuto un grande successo coinvolgendo oltre 100.000 bambini, sono su prenotazione ed è possibile riservare dei laboratori speciali per le scuole.
All’interno del Mulino Bianco è inoltre previsto uno spazio permanente dedicato ai bambini dove poter disegnare e colorare.

Il Mulino Bianco sarà a Potenza in Piazza Mario Pagano con i seguenti orari: 9.00-13.15 /16.30- 20.00. 
Per conoscere tutte le tappe del tour è possibile visitare il sito www.mulinobianco.it.

Il Gruppo Barilla:

Nata a Parma nel 1877 da una bottega che produceva pane e pasta, Barilla è oggi tra i primi Gruppi alimentari italiani, leader mondiale nel mercato della pasta, dei sughi pronti in Europa continentale, dei prodotti da forno in Italia e dei pani croccanti nei Paesi scandinavi.

Attualmente il Gruppo Barilla possiede 43 siti produttivi (13 in Italia e 30 all’estero) ed esporta in più di 100 Paesi.

Dagli stabilimenti escono ogni anno circa 2.500.000 tonnellate di prodotti alimentari, che vengono consumati sulle tavole di tutto il mondo, con i marchi: Barilla, Mulino Bianco, Voiello, Pavesi, Alixir, Academia Barilla, Wasa, Harry’s (Francia e Russia), Lieken Urkorn e Golden Toast (Germania), Misko (Grecia), Filiz (Turchia), Yemina e Vesta (Messico). 

Ai marchi di prodotto si affiancano i marchi Number 1, società del Gruppo specializzata in servizi logistici, e First per i servizi di vendita al dettaglio.

La coerenza con principi e valori antichi ma sempre attuali, la gestione delle risorse umane come patrimonio fondamentale e i sistemi di produzione all’avanguardia fanno di Barilla una delle aziende alimentari più stimate nel mondo come espressione del “saper fare” italiano.

Per maggiori informazioni: www.barillagroup.it

Per ulteriori informazioni:

Ufficio Stampa

Ketchum per Mulino Bianco

Paola Chiasserini – 02/62411948 – 346/8851377 – paola.chiasserini@ketchum.it

Eleonora Bresesti – 02/62411970 – eleonora.bresesti@ketchum.it

Ufficio Stampa Barilla - Marco Magli – 0521/263066 – marco.magli@barilla.com


Commenti

Partner tecnico :

  • Assistenza Anziani H24 - Gli iscritti possono attivare l'assistenza H24 per gli anziani, con vitto e alloggio, da parte di una badante certificata dall'Associazione ASSI.
  • FINANZIAMENTI EUROPEI - Sono numerose le call disponibili, tuttavia, il territorio non sempre è nella condizione di poterle intercettare e provare ad attivare nuove iniziative. T...
  • INNOVAZIONE TECNOLOGICA E CULTURALE - La tecnologia Google consente la facile introduzione di numerose innovazioni tecnologiche e culturali, tuttavia, una serie di fattori, che possiamo anche d...
  • IDEE STARTUP - Abbiamo definito 7 asset strategici per avviare numerose idee startup, con un grado di sviluppo differente, anche in funzione delle maggiori o minori resi...

contenuti popolari...

VIA CRUCIS DELLA FAMIGLIA 31 marzo 2017

Si svolgerà venerdì 31 marzo la Via Crucis cittadina organizzata dalla Consulta delle Aggregazioni Laicali dell’Arcidiocesi di Potenza-Muro Lucano-Marsiconuovo. L’iniziativa, presieduta dall’Arcivescovo mons. Salvatore Ligorio, avrà inizio dal Largo di Santa Lucia alle 17,30 e raggiungerà la Cattedrale intorno alle 19,00.  Attraverso le tradizionali “Stazioni” previste lungo via Pretoria, in Piazza Mario Pagano, Piazza Matteotti, Piazzetta Maffei, Largo Pignatari e Largo Duomo, saranno ripercorse idealmente le tappe dell’estremo sacrificio del Cristo, proponendo una parallela riflessione sulle croci fisiche e morali di cui sono oggi caricate le famiglie di oggi. Da quelle più intime e quotidiane, frutto del difficile accordo tra i coniugi, o delle preoccupazioni per la crescita e il futuro dei figli; fino a quelle provocate dalla disattenzione delle istituzioni che non sostengono la famiglia nel sempre più difficile compito di generazione, educazione, cura della vita e delle relazio…

Altare principale Cattedrale di San Gerardo Potenza

L’altare di Santa Maria Assunta è stato realizzato da Bastelli Giuseppe nel 1739, ai lati fanno da corona scene del vangelo, dipinte ad olio e tempera su maschite dal pittore Onofrio Bramante nel 1980.
Salendo sull'altare, sulla sinistra è possibile vedere, in alto la scena della pesca miracolosa, in basso le beatitudini. Sulla destra, invece, in alto la crocifissione di Gesù, in basso Gesù che dividi il pane con gli apostoli.
La prima scena del vangelo rappresentata nell'abside, cominciando da sinistra, raffigura un Angelo, tenuto conto della vicinanza alla seconda, quella della natività, è riferita all’angelo che ha annunziato a Maria il concepimento di Gesù.
La terza scena rappresenta la strage degli innocenti, in cui Erode il Grande, re della Guidea, ordina un massacro di bambini allo scopo di uccidere Gesù, della cui nascita a Betlemme era stato informato dai Magi.
La quarta è la presentazione di Gesù al tempio, un episodio dell’infanzia di Gesù. Maria e Giuseppe portaro…