Passa ai contenuti principali

Incontro formativo Azione Cattolica Potenza

Azione Cattolica
Potenza
Nell’odierna società atomizzata e frantumata, la formazione che l’Ac offre capillarmente a tutti suoi soci (dai bambini, ai giovani, agli adulti e alle famiglie) e ai suoi simpatizzanti, suscita sempre più attenzione e interesse, specialmente in questo decennio 2010-2020 nel quale i Vescovi italiani chiedono di affrontare con mezzi sempre più efficaci la cosiddetta “sfida educativa”. 

La dimensione formativa è da sempre il cuore dell'Ac e l'anima del suo impegno; è una esperienza aperta e ospitale verso quanti desiderano condividere proposte e progetti di questa Associazione ecclesiale, che è la più antica e diffusa nel nostro Paese, ma è allo stesso tempo sempre agile e aperta a valorizzare i linguaggi della cultura, a interpretare i segni dei tempi, ed a riconoscere gli abbondanti “semina verbi” presenti nei solchi della nostra storia. 



Per ribadire l’attualità di questo sforzo formativo venerdì 4 novembre con inizio alle ore 19.00, presso la sala-convegni dell’Istituto Principe di Piemonte, don Gianluca Bellusci, il nuovo Assistente regionale dell’Associazione, presenterà il percorso denominato UN PASSO OLTRE. Non si tratta di non un semplice testo di lettura, ma di una mappa interattiva, capace di mettere in moto nuovi processi formativi. 

Il percorso, specificamente rivolto ai gruppi adulti e alle coppie di sposi, utilizza accanto ai testi della Sacra Scrittura e del Magistero, preziose testimonianze della cultura, dell’arte, della letteratura, della musica e della filmografia contemporanee, per dar vita una ricerca non disincarnata, che tocchi senza reticenze i grandi temi della vita e le grandi sfide della modernità. 

L’obiettivo è quello di interpellare la comunità cristiana, perché continui a esprimere la propria scelta di servizio alla Chiesa e alla Società, proponendo esperienze di formazione, di relazione e di impegno, in cui ciascuno, crescendo nella fede, possa scoprire la bellezza di costruire la comunità, ed imparare a darsi obiettivi condivisi e progetti comuni. 



Potenza 3.11.2011 

La Presidente Diocesana 
Felicita Covino

Commenti

Partner tecnico :

contenuti popolari...

Festività di Sant'Antonio a Potenza

Festività di Sant'Antonio a Potenza C.da Sant'Antonio La Macchia 11 - 12 - 13 Giugno 2011
Programma religioso (31 - 12 giugno)
ore 17.45, Santa Messa e Tredicina
Lunedi 13 Giugno: ore 8.30 - 10.00 - 11.30 Santa Messa 
Il Pane sarà benedetto dopo la Messa delle ore 8.30
Ore 18.00 - Processione per le Vie della Contrada, al termine Santa Messa (piazzale antistante la Chiesa)
dal 19 giugno al 28 agosto: ore 20.30: Santa Messa
Programma civile:

Esposizione Arte Sacra dalla Passione alla Resurrezione

Inizia il 10 aprile alle 18 e durerà fino al 10 maggio 2019, la mostra di opere di Arte Sacra dedicata ad Antonio Masini, artista potentino, scoparso di recente.
Le opere sono esposte nella Cappella dei Celestini, in Largo Duomo, a Potenza.
La mostra è curata da Monsignor VitAntonio Telesca, Vicario Generale dell'Arcidiocesi di Potenza, Muro Lucano, Marsico Nuovo.
Le immagini sono un'anteprima di alcune delle opere della collezione privata, valorizzate dalla Borsa Europea del Fondo Europeo Diretto www.fedx.it/arte .

L’ “esplosione” odierna del tempo libero

Oggi, cambiando i ritmi lavorativi e aumentando la disponibilità anche finanziaria per gli aspetti al di là della “sopravvivenza”, il tempo libero è esploso come un fenomeno sempre più grande e presente nella nostra vita, sia da un punto di vista quantitativo che qualitativo. 
Inoltre per molte persone esso sta diventando l'unico spazio in cui esse cercano una certa quale realizzazione, visto il sempre minore significato “realizzante” del lavoro e della carriera, e in genere di tutti gli altri momenti della vita (famiglia compresa). 
Questo è particolarmente vero per i giovani che, senza più progetti di studio o lavoro, né ideali politici o sociali, e sempre più distaccati da famiglia e comunità religiosa (che li coinvolgono infatti sempre meno), si tuffano nel tempo libero come àncora di salvezza. 
Ma è anche vero che gli anziani, liberi ormai da doveri professionali e spesso anche di famiglia, diventano i “professionisti” del tempo libero, anche se sovente, non preparati prima, non…