Passa ai contenuti principali

Incontro formativo Azione Cattolica Potenza

Azione Cattolica
Potenza
Nell’odierna società atomizzata e frantumata, la formazione che l’Ac offre capillarmente a tutti suoi soci (dai bambini, ai giovani, agli adulti e alle famiglie) e ai suoi simpatizzanti, suscita sempre più attenzione e interesse, specialmente in questo decennio 2010-2020 nel quale i Vescovi italiani chiedono di affrontare con mezzi sempre più efficaci la cosiddetta “sfida educativa”. 

La dimensione formativa è da sempre il cuore dell'Ac e l'anima del suo impegno; è una esperienza aperta e ospitale verso quanti desiderano condividere proposte e progetti di questa Associazione ecclesiale, che è la più antica e diffusa nel nostro Paese, ma è allo stesso tempo sempre agile e aperta a valorizzare i linguaggi della cultura, a interpretare i segni dei tempi, ed a riconoscere gli abbondanti “semina verbi” presenti nei solchi della nostra storia. 



Per ribadire l’attualità di questo sforzo formativo venerdì 4 novembre con inizio alle ore 19.00, presso la sala-convegni dell’Istituto Principe di Piemonte, don Gianluca Bellusci, il nuovo Assistente regionale dell’Associazione, presenterà il percorso denominato UN PASSO OLTRE. Non si tratta di non un semplice testo di lettura, ma di una mappa interattiva, capace di mettere in moto nuovi processi formativi. 

Il percorso, specificamente rivolto ai gruppi adulti e alle coppie di sposi, utilizza accanto ai testi della Sacra Scrittura e del Magistero, preziose testimonianze della cultura, dell’arte, della letteratura, della musica e della filmografia contemporanee, per dar vita una ricerca non disincarnata, che tocchi senza reticenze i grandi temi della vita e le grandi sfide della modernità. 

L’obiettivo è quello di interpellare la comunità cristiana, perché continui a esprimere la propria scelta di servizio alla Chiesa e alla Società, proponendo esperienze di formazione, di relazione e di impegno, in cui ciascuno, crescendo nella fede, possa scoprire la bellezza di costruire la comunità, ed imparare a darsi obiettivi condivisi e progetti comuni. 



Potenza 3.11.2011 

La Presidente Diocesana 
Felicita Covino

Commenti

Partner tecnico :

contenuti popolari...

Festività di Sant'Antonio a Potenza

Festività di Sant'Antonio a Potenza C.da Sant'Antonio La Macchia 11 - 12 - 13 Giugno 2011
Programma religioso (31 - 12 giugno)
ore 17.45, Santa Messa e Tredicina
Lunedi 13 Giugno: ore 8.30 - 10.00 - 11.30 Santa Messa 
Il Pane sarà benedetto dopo la Messa delle ore 8.30
Ore 18.00 - Processione per le Vie della Contrada, al termine Santa Messa (piazzale antistante la Chiesa)
dal 19 giugno al 28 agosto: ore 20.30: Santa Messa
Programma civile:

MAGGIO 2018

Il mese di maggio si annuncia come un mese di riflessione e preghiera per il laicato potentino. Numerose le iniziative in programma.
Domenica 29 aprile con inizio alle ore 16,00 presso il monastero delle Clarisse in c.da Botte, padre Pietro Anastasi Assistente della Consulta Diocesana delle Aggregazioni Laicali, presenterà, l’ultima Esortazione Apostolica di Papa Francesco Gaudete et exsultate, sulla chiamata alla santità nel mondo contemporaneo.
Inoltre tutti i sabato di maggio, sul sagrato della centrale chiesa di San Michele Arcangelo con inizio alle ore 20,30 sarà proposta (come già lo scorso anno) la recita pubblica del Santo Rosario.
Inoltre nella notte del 5 maggio si rinnoverà il tradizionale pellegrinaggio a piedi dei potentini alla Madonna diFonti (Tricarico) con partenza alle ore 2,00 dalla chiesa di San Rocco e arrivo al Santuario alle 13,00.
Nelle intenzioni degli organizzatori tutte queste iniziative, rappresenteranno altrettanti momenti di avvicinamento e preparazione …

Cattedrale di San Gerardo Potenza

Poche le notizie disponibili, e non sempre possiamo averne la certezza storica, mentre possiamo scoprire i messaggi evangelici, che il clero potentino ci ha tramandato, tramite le opere di arte sacra giunte a noi. 
La cattedrale di San Gerardo a Potenza ha subito numerose modifiche, ma possiamo ipotizzare che siano state molte di più visto che mancano ca. sei secoli, atteso che i resti più antichi risalgono ca. al VI secolo.
I primi rifacimenti radicali sono avvenuti intorno al 1200, ad opera del vescovo Bartolomeo, poi nel 1789 il vescovo Serrao la fece ricostruire più ampia. Dopo il terremoto del 1857 fu abbattuta e ridimensionata, mentre a causa di quello del 1930, negli anni ’30 furono eseguite grandi opere di restauro.
Purtroppo la violenza della seconda guerra mondiale non ha risparmiato anche la Cattedrale, tanto da essere ferita dai bombardamenti dell’8 settembre 1943, per poi essere riparata negli anni 45-50.
L’ultimo restauro è avvenuto il 1985, a seguito del violento terre…