Passa ai contenuti principali

POTENZA: UN’ASSOCIAZIONE PER RICORDARE IL GRANDE CUORE DI CAROLINA D’ARAIO

Si è costituita lo scorso novembre a Potenza un’Associazione che si propone di promuovere e diffondere le capacità umane, educative e di solidarietà che hanno sempre contraddistinto la figura della professoressa Carolina D’Araio durante il suo ricco percorso di vita, nonché di onorarne la memoria.

Il sodalizio, appena costituito, si è già messo in moto con alcune iniziative, prima tra tutte la richiesta al Comune di Potenza per l’intitolazione di una strada con il nome di Carolina D’Araio. 
Inoltre, è stato bandito un concorso letterario e artistico, indirizzato prevalentemente alle scuole, ma aperto per alcune sezioni anche ad adulti. Sarà possibile partecipare con opere con tema predefinito “L'AMORE inteso come amicizia, fratellanza, solidarietà, amore per il prossimo,…”, oppure a tema libero.

La scadenza del Premio è fissata al 15.03.2012, informazioni in merito sono reperibili sul blog all’indirizzo web http://associazionecarolinadaraio.wordpress.com/

Undici i soci fondatori che hanno dato vita al sodalizio:

Pino Gentile-Presidente, Fernando Bonomo-vice- Presidente, Giuliana Trama-Segretario, Angelo Daraio- vice-Presidente e Responsabile dei rapporti con le istituzioni, Don Vincenzo Adesso-Consulente Spirituale, Danila Ridolfo-tesoriere, Novella Capoluongo-Segretaria Premio Letterario, Giuseppina Catapano-Presidente giuria del Premio letterario, Silvestro Lazzari-gestore blog sul web, Carmensita Bellettieri e Lucia Santoro-addetti stampa.

Il presidente Pino Gentile, ha espresso viva soddisfazione per la disponibilità e l’impegno di tutti i componenti, ribadendo la necessità di ricordare con iniziative sociali e culturali la nobile figura di Carolina D’Araio.

Un toccante profilo della professoressa, scomparsa nel 1999, chiaro esempio di caritas, abnegazione, disponibilità e amore verso il prossimo è stato tracciato con estrema delicatezza dal Consulente Spirituale del sodalizio, Don Vincenzo Adesso.

Info e comunicazioni: 

Carmensita Bellettieri: telefono 347 1374638 , agape07@libero.it
Lucia Santoro: telefono 349 5124460- lucesant@tiscali.it

Commenti

Partner tecnico :

contenuti popolari...

Festività di Sant'Antonio a Potenza

Festività di Sant'Antonio a Potenza C.da Sant'Antonio La Macchia 11 - 12 - 13 Giugno 2011
Programma religioso (31 - 12 giugno)
ore 17.45, Santa Messa e Tredicina
Lunedi 13 Giugno: ore 8.30 - 10.00 - 11.30 Santa Messa 
Il Pane sarà benedetto dopo la Messa delle ore 8.30
Ore 18.00 - Processione per le Vie della Contrada, al termine Santa Messa (piazzale antistante la Chiesa)
dal 19 giugno al 28 agosto: ore 20.30: Santa Messa
Programma civile:

Esposizione Arte Sacra dalla Passione alla Resurrezione

Inizia il 10 aprile alle 18 e durerà fino al 10 maggio 2019, la mostra di opere di Arte Sacra dedicata ad Antonio Masini, artista potentino, scoparso di recente.
Le opere sono esposte nella Cappella dei Celestini, in Largo Duomo, a Potenza.
La mostra è curata da Monsignor VitAntonio Telesca, Vicario Generale dell'Arcidiocesi di Potenza, Muro Lucano, Marsico Nuovo.
Le immagini sono un'anteprima di alcune delle opere della collezione privata, valorizzate dalla Borsa Europea del Fondo Europeo Diretto www.fedx.it/arte .

L’ “esplosione” odierna del tempo libero

Oggi, cambiando i ritmi lavorativi e aumentando la disponibilità anche finanziaria per gli aspetti al di là della “sopravvivenza”, il tempo libero è esploso come un fenomeno sempre più grande e presente nella nostra vita, sia da un punto di vista quantitativo che qualitativo. 
Inoltre per molte persone esso sta diventando l'unico spazio in cui esse cercano una certa quale realizzazione, visto il sempre minore significato “realizzante” del lavoro e della carriera, e in genere di tutti gli altri momenti della vita (famiglia compresa). 
Questo è particolarmente vero per i giovani che, senza più progetti di studio o lavoro, né ideali politici o sociali, e sempre più distaccati da famiglia e comunità religiosa (che li coinvolgono infatti sempre meno), si tuffano nel tempo libero come àncora di salvezza. 
Ma è anche vero che gli anziani, liberi ormai da doveri professionali e spesso anche di famiglia, diventano i “professionisti” del tempo libero, anche se sovente, non preparati prima, non…