Passa ai contenuti principali

Itinerari sulle Vie Francigene della Val d’Agri

Itinerari sulle Vie Francigene
della Val d’Agri
Storie in cammino:
Itinerari sulle Vie Francigene della Val d’Agri
3 -7 Maggio 2012

Un itinerario guidato per scoprire il cuore della Basilicata, sui tracciati delle antiche Vie Francigene che attraversano la Val d’Agri. Cinque giorni per ripercorrere lento pede anche i Percorsi Mariani legati alla Via Herculea, partendo da Potenza, Capoluogo di Regione, costruito sull’Appia, la Regina Viarum, fino ad arrivare all’antica città di Grumentum.

Un viaggio slow attraverso luoghi d’interesse

* naturalistico, come l’OASI WWF Lago Pantano di Pignola, il Museo del Lupo di Viaggiano, il Parco dell’Appennino Lucano;

* spirituale, come la Chiesa Santa Maria del Sepolcro a Potenza fondata dai Cavalieri Templari, il Santuario del Sacro Monte di Viggiano, il Monastero di Santa Maria di Loreto e l’antico convento delle Benedettine a Marsico Nuovo, attuale sede dell’Ente Parco dell’Appennino Lucano;

* storico artistico, come gli scavi dell’antica Grumentum, il Museo Archeologico dell’Alta Val d’Agri, la villa
romana della potente famiglia dei Bruttii Praesentes rinvenuta a Marsicovetere;

* enogastronomico, con degustazioni di prodotti Igp, come i fagioli di Sarconi, i vini doc dell’Alta Val d’Agri o il formaggio Canestrato di Moliterno.

Una proposta di viaggio per scoprire la Basilicata nel suo antico ruolo di crocevia tra l’Europa e il Sud del Mediterraneo, ma nella moderna condizione di un pellegrinaggio esempio di un turismo a impatto zero, ricco di spunti naturalistici, spirituali, di contenuti culturali ed enogastronomici, nel rispetto della natura e della valorizzazione della Lucania più autentica e, per alcuni versi, meno conosciuta.

I viandanti saranno accompagnati lungo il cammino sempre da guide naturalistiche, ambientali, turistiche specializzate, avranno a disposizione una cartina dei sentieri da percorrere con segnalazione dei luoghi d’interesse da visitare e un piccolo diario con cenni storici inerenti le tappe del percorso su cui ciascuno avrà la possibilità di appuntare le proprie impressioni: un personalissimo “Diario di viaggio”.

Per maggiori informazioni:

WWF Italia
Sezione regionale di Basilicata
Via Gradinata IV novembre,6
85100 Potenza - Tel: 0971 411382 - Fax: 0971 411382

Commenti

Partner tecnico :

contenuti popolari...

Presenta FEDx

FEDx è l’acronimo di Fondi Europei Diretti, ovvero i finanziamenti a fondo perduto, dal 70% al 100%, che la Commissione Europea rende disponibili ai soggetti pubblici, associazioni, imprese, ricercatori, privati e cittadini, per raggiungere gli obiettivi approvati.
Questa tipologia di finanziamenti a fondo perduto, sono spesso confusi con i fondi europei gestiti dallo Stato e dalle Regioni, tanto da non essere conosciuti, come certificano anche i dati sul numero dei partner europei interessati a presentare proposte di attivazione, x accedere alle agevolazioni previste dai singoli Fondi Europei Diretti.
Considerato che x attivare un Fondo Europeo Diretto sono necessari almeno 3 partner in Stati europei differenti, si comprende, anche grazie alle elaborazione grafiche , che il numero potenziale dei progetti candidabili è molto basso, x alcuni anche di poche unità, sempre che tutti riescano a creare la compagine e ad inviare la richiesta di finanziamento.
La Borsa Europea www.fedx.it co…

Finanziamenti Turismo Culturale

Le varie forme di turismo culturale in Europa sono importanti motori di crescita, occupazione e sviluppo economico delle regioni europee e delle aree urbane.
Inoltre, contribuiscono, guidando la comprensione interculturale e lo sviluppo sociale in Europa attraverso la scoperta di vari tipi di patrimonio culturale, alla comprensione delle identità e dei valori delle altre persone.
Tuttavia, sebbene il turismo culturale per sua natura inviti la cooperazione regionale e locale transfrontaliera, il suo pieno potenziale di innovazione a tale riguardo non è ancora del tutto esplorato e sfruttato. Il livello di sviluppo del turismo culturale tra alcune regioni e alcuni siti è ancora squilibrato, con aree remote, periferiche o deindustrializzate che restano indietro, mentre aree ad alta domanda vengono sovrasfruttate in modo insostenibile. Le proposte dovrebbero valutare in modo comparativo in che modo la presenza, lo sviluppo, il declino o l'assenza del turismo culturale abbiano influen…