Passa ai contenuti principali

Vicenda Claps, precisazioni della Curia potentina

Arcidiocesi di Potenza
S.E. Mons. Agostino Superbo
La Chiesa Cattolica e la Chiesa di Potenza condannano senza mezzi termini ogni forma di violenza ed abuso nei confronti di bambini e invita chiunque sia a conoscenza di simili episodi a darne immediata comunicazione alle autorità competenti. 

L'Arcivescovo non esiterebbe affatto a denunciare episodi di violenza, soprattutto se coinvolgono minori. Si evidenzia che allo stato attuale non risulta alla Curia potentina alcuna denuncia per pedofilia che riguardi sacerdoti della diocesi.

L’Arcivescovo della Diocesi di Potenza – Muro Lucano – Marsico Nuovo, monsignor Agostino Superbo, fatto oggetto di pesanti accuse nel corso della trasmissione di Raitre ‘Chi l’ha visto’ andata in onda mercoledì 18 aprile 2012, ritiene che quanto affermato durante il programma televisivo sia destituito di ogni fondamento e profondamente lesivo della dignità della propria persona e dell’intera Diocesi e sta valutando la possibilità di adire le vie legali.

L’Arcivescovo vuole altresì chiarire che, nei diversi colloqui intercorsi con i componenti della famiglia Claps, o da loro incaricati, non è stata mai e in alcun modo taciuta la verità, così come in quelli avuti con gli Organi inquirenti e con la Magistratura a cui spetta fare luce sull’intera vicenda.

Il provvedimento di sequestro e quello di dissequestro della Trinità sono di competenza della Magistratura e la richiesta di restituzione della chiesa ai fedeli - si ribadisce - è stata sollecitata dai fedeli attraverso una raccolta di firme. 

E’ importante sottolineare che la linea del silenzio fin qui adottata da monsignor Superbo lungo l’intero periodo delle indagini ha come obiettivo di far sì che la Magistratura possa lavorare con serenità.

La Chiesa potentina continua ad essere vicina nella preghiera a quanti hanno sofferto e soffrono per la drammatica vicenda di Elisa, così come chiede che piena luce venga fatta e tutta la verità possa essere conosciuta.

Commenti

Partner tecnico :

contenuti popolari...

Presenta FEDx

FEDx è l’acronimo di Fondi Europei Diretti, ovvero i finanziamenti a fondo perduto, dal 70% al 100%, che la Commissione Europea rende disponibili ai soggetti pubblici, associazioni, imprese, ricercatori, privati e cittadini, per raggiungere gli obiettivi approvati.
Questa tipologia di finanziamenti a fondo perduto, sono spesso confusi con i fondi europei gestiti dallo Stato e dalle Regioni, tanto da non essere conosciuti, come certificano anche i dati sul numero dei partner europei interessati a presentare proposte di attivazione, x accedere alle agevolazioni previste dai singoli Fondi Europei Diretti.
Considerato che x attivare un Fondo Europeo Diretto sono necessari almeno 3 partner in Stati europei differenti, si comprende, anche grazie alle elaborazione grafiche , che il numero potenziale dei progetti candidabili è molto basso, x alcuni anche di poche unità, sempre che tutti riescano a creare la compagine e ad inviare la richiesta di finanziamento.
La Borsa Europea www.fedx.it co…

Finanziamenti Turismo Culturale

Le varie forme di turismo culturale in Europa sono importanti motori di crescita, occupazione e sviluppo economico delle regioni europee e delle aree urbane.
Inoltre, contribuiscono, guidando la comprensione interculturale e lo sviluppo sociale in Europa attraverso la scoperta di vari tipi di patrimonio culturale, alla comprensione delle identità e dei valori delle altre persone.
Tuttavia, sebbene il turismo culturale per sua natura inviti la cooperazione regionale e locale transfrontaliera, il suo pieno potenziale di innovazione a tale riguardo non è ancora del tutto esplorato e sfruttato. Il livello di sviluppo del turismo culturale tra alcune regioni e alcuni siti è ancora squilibrato, con aree remote, periferiche o deindustrializzate che restano indietro, mentre aree ad alta domanda vengono sovrasfruttate in modo insostenibile. Le proposte dovrebbero valutare in modo comparativo in che modo la presenza, lo sviluppo, il declino o l'assenza del turismo culturale abbiano influen…

Rassegna musicale "Gesualdo da Venosa"

I CONCERTI DEL CONSERVATORIO  GESUALDO DA VENOSA  DI POTENZA edizione 2013
22 appuntamenti con la grande musica in poco più di cinque settimane, tutti ad ingresso gratuito, dal 1 ottobre al 7 novembre. 
Sette saranno, quest’anno, i luoghi della città deputati ad ospitare gli eventi realizzati dal Conservatorio intitolato al grande polifonista cinquecentesco di cui, quest’anno, ricorrono i 400 anni dalla morte: la Chiesa di S. Maria del Sepolcro, l’Auditorium del Conservatorio, il Grande Albergo Potenza, il Museo Provinciale, il Teatro Francesco Stabile, l’Università degli Studi della Basilicata e la Galleria Civica di Palazzo Loffredo.