Passa ai contenuti principali

IL CONCILIO DAVANTI A NOI


A cinquant’ anni di distanza, un evento che ha ancora molto da dire alla Chiesa e al Mondo 


Mercoledì 5 dicembre 2012 - ore 19,00
Sala dell’Arco del Palazzo di Città - Piazza Matteotti, Potenza

A distanza di mezzo secolo dall’inizio del Concilio Vaticano II, un sacerdote cattolico (don Cesare Covino, Assistente diocesano di Azione Cattolica) e un intellettuale laico (il prof. Giuseppe Biscaglia, Vicepresidente dell’Associazione ‘Basilicata 1799’) si confrontano intorno all’eredità viva, e tuttora incompiuta, di uno degli eventi più importanti della storia contemporanea. L’appuntamento è fissato a Potenza per mercoledì 5 dicembre, ore 19,00 presso la Sala dell’Arco del Palazzo di Città, in Piazza Matteotti. L’incontro sarà introdotto dal Sindaco di Potenza ing. Vito Santarsiero e dalla Presidente diocesana di Ac Felicita Covino, e concluso da mons. Agostino Superbo, Arcivescovo di Potenza. 

Il Concilio torna a essere di attualità perché non solo ispira incessantemente nella Chiesa un modo di pensare più evangelico e solidale con l’umanità intera, ma continua a suscitare grandi attese e speranze nelle coscienze laiche interessate al superamento degli aspetti di condanna e di reciproca esclusione che per secoli erano stati il termine di paragone nel rapporto Chiesa-Mondo 

Tra le molte e complesse interpretazioni (da un lato le tesi progressiste della rottura e discontinuità con il passato, e all’estremità opposta quelle tradizionaliste, con la decisa resistenza a ogni forma di innovazione), sarà proposta una lettura non ideologica dei documenti conciliari, interpretando la “tradizione” come realtà vivente e come processo in evoluzione, ed evidenziando soprattutto l’impatto nel vissuto concreto di questi cinquant’anni di vita della Chiesa e le tumultuose trasformazioni del mondo, all’interno delle quali il Concilio pare ancora capace di indicare le vie da percorrere. 

Con questo incontro l’Azione Cattolica di Potenza apre una seria di iniziative che intendono favorire la ricerca e il dialogo sincero tra alcune personalità di area cattolica e altre non di appartenenza confessionale, sull’esempio delle esperienze in atto in tutta Europa che vanno sotto il nome di “cortile del gentili”. 

Dinanzi alle tensioni e ai conflitti originati dal modo in cui procede l’unificazione economica del mondo, le divisioni tra credenti e non credenti costituiscono l’ostacolo forse più grande all’unificazione del genere umano, e soprattutto a quella spirituale. Di qui la necessità di un nuovo confronto con il fatto religioso, oltre i limiti storici dell’eredità illuministica, tornando a intrecciare culture e sensibilità diverse. 

Il Delegato di Ac della Zona di Potenza
Giancarlo Grano

PROGRAMMA DEI LAVORI

Saluti Vito Santarsiero, Sindaco della Città di Potenza

Coordina Piero Bongiovanni, Presidente Ac Parrocchia S. Michele Arcangelo (Pz)

Interventi
Cesare Covino, Assistente Diocesano di Ac e Parroco di S. Rocco
Giuseppe Biscaglia,Vicepresidente Associazione “Basilicata 1799”
Conclude Agostino Superbo, Arcivescovo di Potenza - Muro Lucano - Marsiconuovo

TUTTI SONO INVITATI

Commenti

Partner tecnico :

contenuti popolari...

Edicola Votiva di Maria

Si informa che è possibile contribuire alla realizzazione dell'opera di arte sacra, che sarà affissa in Largo d'Errico il 30 ottobre 2018, in occasione della Consacrazione a Maria della Città e della Diocesi di Potenza, che concluderà la Peregrinatio dell’icona della Madonna di Viggiano. 
In tale occasione tutti saremo invitati a prendere coscienza del ruolo di Maria e della sua insostituibile missione materna. La Peregrinatio e la Consacrazione non dovranno quindi ridursi a momenti consolatori o devozionistici.
Il laicato e il popolo potentino dovranno prepararsi ad accogliere Maria come Madre, ed in Lei riconoscere la maternità della Chiesa. Accogliere Maria come Madre dell’umanità deve comportare un fattivo impegno di conversione individuale e collettiva, per costruire una società più fraterna e solidale, riconoscendo ugualmente tutti gli uomini come figli della comune Madre.

CONSACRAZIONE DELLA CITTÀ E DELLA DIOCESI DI POTENZA AL CUORE IMMACOLATO DI MARIA

Proposte e primo appuntamento di preparazione sabato 6 ottobre
Dopo la preparazione “remota”che abbiamo avviato nei mesi scorsi, vogliamo aiutarci a vivere nel modo migliore l’evento di grazia della Consacrazione, prevista in piazza Mario Pagano il prossimo 30 ottobre.
San Luigi Maria Grignon de Montfort suggerisce, a questo proposito, di pregare ogni giorno, per tutto il mese che precede la Consacrazione!
L’ideale sarebbe la recita quotidiana del Rosario e la partecipazione alla Santa Messa, concludendo infine con la celebrazione del sacramento della Riconciliazione … ma in ogni caso suggeriamo di tener conto almeno dei seguenti suggerimenti operativi.  Anzitutto seguire la pagina Facebook (chiamata appunto CONSACRAZIONE DELLA CITTÀ DI POTENZA A MARIA) raggiungibile con https://www.facebook.com/consacrazione/ con la quale sarà proposto, ogni giorno, un testo di preghiera di una decina di minuti, da utilizzare personalmente, o (meglio ancora) come famiglie.Inoltre tutti insieme dar…

Consacrazione della Città di Potenza al Cuore Immacolato di Maria

Chi ben comincia è a metà dell'opera! Il delegato alla raccolta delle offerte, Rocco Chiriaco, ha comunicato che abbiamo raccolto per l'installazione dell''opera d'arte a ricordo della imminente Consacrazione della Città di Potenza al Cuore Immacolato di Maria, la cifra di € 2.235,00 .
Oltre ad alcune offerte da parte di donatori anonimi, abbiamo finora registrato significativi contributi da parte dei seguenti movimenti: Rinnovamento nello SpiritoAdorazione PerpetuaMovimento AzzurroUnitalsiPecore in mezzo ai lupiO.F.S. PotenzaTotus TuusAlerConfraternita del Carmine VincenzianeCentro Aiuto alla VitaMovimento per la VitaLegio MariaeComunione e LiberazionePotenza +Donazioni singole anonime
Grazie per questa prima testimonianza di comunione e solidarietà ... Con un piccolo sforzo di tutti raggiungeremo la cifra prefissata, ed il di più sarà dato in beneficenza.
Possiamo far riferimento, per le altre contribuzioni di singoli donatori o di movimenti ecclesiali, non solo …