Passa ai contenuti principali

IL CONCILIO DAVANTI A NOI


A cinquant’ anni di distanza, un evento che ha ancora molto da dire alla Chiesa e al Mondo 


Mercoledì 5 dicembre 2012 - ore 19,00
Sala dell’Arco del Palazzo di Città - Piazza Matteotti, Potenza

A distanza di mezzo secolo dall’inizio del Concilio Vaticano II, un sacerdote cattolico (don Cesare Covino, Assistente diocesano di Azione Cattolica) e un intellettuale laico (il prof. Giuseppe Biscaglia, Vicepresidente dell’Associazione ‘Basilicata 1799’) si confrontano intorno all’eredità viva, e tuttora incompiuta, di uno degli eventi più importanti della storia contemporanea. L’appuntamento è fissato a Potenza per mercoledì 5 dicembre, ore 19,00 presso la Sala dell’Arco del Palazzo di Città, in Piazza Matteotti. L’incontro sarà introdotto dal Sindaco di Potenza ing. Vito Santarsiero e dalla Presidente diocesana di Ac Felicita Covino, e concluso da mons. Agostino Superbo, Arcivescovo di Potenza. 

Il Concilio torna a essere di attualità perché non solo ispira incessantemente nella Chiesa un modo di pensare più evangelico e solidale con l’umanità intera, ma continua a suscitare grandi attese e speranze nelle coscienze laiche interessate al superamento degli aspetti di condanna e di reciproca esclusione che per secoli erano stati il termine di paragone nel rapporto Chiesa-Mondo 

Tra le molte e complesse interpretazioni (da un lato le tesi progressiste della rottura e discontinuità con il passato, e all’estremità opposta quelle tradizionaliste, con la decisa resistenza a ogni forma di innovazione), sarà proposta una lettura non ideologica dei documenti conciliari, interpretando la “tradizione” come realtà vivente e come processo in evoluzione, ed evidenziando soprattutto l’impatto nel vissuto concreto di questi cinquant’anni di vita della Chiesa e le tumultuose trasformazioni del mondo, all’interno delle quali il Concilio pare ancora capace di indicare le vie da percorrere. 

Con questo incontro l’Azione Cattolica di Potenza apre una seria di iniziative che intendono favorire la ricerca e il dialogo sincero tra alcune personalità di area cattolica e altre non di appartenenza confessionale, sull’esempio delle esperienze in atto in tutta Europa che vanno sotto il nome di “cortile del gentili”. 

Dinanzi alle tensioni e ai conflitti originati dal modo in cui procede l’unificazione economica del mondo, le divisioni tra credenti e non credenti costituiscono l’ostacolo forse più grande all’unificazione del genere umano, e soprattutto a quella spirituale. Di qui la necessità di un nuovo confronto con il fatto religioso, oltre i limiti storici dell’eredità illuministica, tornando a intrecciare culture e sensibilità diverse. 

Il Delegato di Ac della Zona di Potenza
Giancarlo Grano

PROGRAMMA DEI LAVORI

Saluti Vito Santarsiero, Sindaco della Città di Potenza

Coordina Piero Bongiovanni, Presidente Ac Parrocchia S. Michele Arcangelo (Pz)

Interventi
Cesare Covino, Assistente Diocesano di Ac e Parroco di S. Rocco
Giuseppe Biscaglia,Vicepresidente Associazione “Basilicata 1799”
Conclude Agostino Superbo, Arcivescovo di Potenza - Muro Lucano - Marsiconuovo

TUTTI SONO INVITATI

Commenti

Partner tecnico :

contenuti popolari...

La biografia di S.E. Augusto Bertazzoni

Mons. Augusto Bertazzoni, nato a Polesine di Pecognaga (Mantova) il 10 gennaio 1876, ordinato sacerdo-te il 25 febbraio 1899, nominato arciprete parroco di S.Benedetto Po il 30 aprile 1904, eletto vescovo di Potenza e Marsico il 30 giugno del 1930, fece il suo ingresso in diocesi il 29 ottobre 1930, ove rimase per ben 36 anni, fino al 30 novembre 1966, data delle sue dimissioni. 
Fu uno dei vescovi settentrionali posti, in quella fase, alla guida di diocesi del mezzogiorno.
Quella assegnatagli era una diocesi considerata “piccola ma importante”, alle prese con una perdurante situazione di difficoltà di governo pastorale, accentuata da cinque anni di sede vacante seguiti alla fase travagliata che si era aperta subito dopo la scomparsa di Mons.Ignazio Monterisi, un grande vescovo che aveva guidato la diocesi per tredici anni (1900-1913) con mano sicura. 
Aveva avviato un percorso di rinnovamento della chiesa potentina, proiettandola verso le nuove sfide che si profilavano all’orizzonte e, …

Esposizione Arte Sacra dalla Passione alla Resurrezione

Inizia il 10 aprile alle 18 e durerà fino al 10 maggio 2019, la mostra di opere di Arte Sacra dedicata ad Antonio Masini, artista potentino, scoparso di recente.
Le opere sono esposte nella Cappella dei Celestini, in Largo Duomo, a Potenza.
La mostra è curata da Monsignor VitAntonio Telesca, Vicario Generale dell'Arcidiocesi di Potenza, Muro Lucano, Marsico Nuovo.
Le immagini sono un'anteprima di alcune delle opere della collezione privata, valorizzate dalla Borsa Europea del Fondo Europeo Diretto www.fedx.it/arte .

Parrocchia di Gesù Maestro, Macchia Romana, Potenza

Da domenica 24 giugno a domenica 1 luglio si svolgerà a Potenza la festa della Parrocchia di Gesù Maestro, posta al centro del nuovo e popoloso quartiere di Macchia Romana, ed affidata alle cure di don Michele Celiberti, della famiglia dei Discepoli. 
Lo scopo della festa, il cui titolo generale è Il “LA PARROCCHIA: UNA COMPAGNIA AFFIDABILE” è quello di far vivere una esperienza di chiesa gioiosa e accogliente, attraverso una serie di varie e articolate iniziative di cultura, amicizia, preghiera e animazione del tempo libero.