Passa ai contenuti principali

Il mondo attende ancora dalla Chiesa segni di speranza?


Il mondo non è il ripostiglio dei rifiuti, non è una Chiesa mancata, non è qualcosa che fa il braccio di ferro con la Chiesa. Il mondo non è il rivale della Chiesa, ma deve essere il termine della passione della Chiesa, così come è il termine della passione di Dio, così come è il termine del progetto salvifico di Dio.
(don Tonino Bello)

Nell’ambito del ciclo di incontri “Il cortile dei Gentili” si svolgerà, per iniziativa dell’Azione Cattolica della Zona di Potenza, mercoledì 20 marzo alle 19.00 presso la Sala dell’Arco del Palazzo di Città, il dibattito LA MISSIONE DELLA CHIESA IN UN MONDO CHE CAMBIA.

Sono previsti gli interventi del teologo francescano Gerardo Cardaropoli, Rettore emerito dell’Antonianum di Roma e del prof. Mauro Fiorentino, Magnifico Rettore dell’Università degli Studi della Basilicata. Al centro dell’attenzione il tempo speciale che la Chiesa sta vivendo. Un tempo di ripensamento del suo ruolo e della sua irrinunciabile indole missionaria da declinare oggi in modo nuovo. 

La recente conclusione del Sinodo dei Vescovi sulla “nuova evangelizzazione”, il ritiro di Benedetto XVI (che richiama la necessità di una responsabilizzazione più convinta di tutto il popolo di Dio) e la pausa necessaria all’elezione del nuovo Pontefice, rendono particolarmente attuale questo confronto. Sia la Chiesa che il mondo sono, infatti, coinvolti insieme in uno straordinario clima di attesa e di speranza.

Nella crisi attuale sono sempre di più i delusi da un modello di sviluppo fondato sull’ideologia del consumo e del profitto. Cresce la volontà di liberarsi dagli idoli del denaro e del potere, dall’inganno di costruire il futuro solo sulle realtà visibili e tangibili, sul successo, sulla carriera, sull’apparire.

Cosa può offrire la Chiesa davanti a uno scenario in cui il destino dell’uomo è posto a rischio dai pericoli che in vario modo attentano alla sua vita; dalla violenza che segna le relazioni tra individui e popoli; dalla povertà e mancanza di lavoro che opprimono milioni di persone; dal rapporto uomo-ambiente alterato da un uso indiscriminato delle risorse?

Oggi le comunità cristiane, e anche quanti, pur non aderendo alla fede in Cristo, tendono l’orecchio all’insegnamento morale e sociale della Chiesa, attendono segni profetici su come affrontare le pesanti eredità del passato. Si chiedono come sostenere atteggiamenti di accoglienza, di condivisione, di fraternità verso l’altro, e verso il povero in particolare.

Sarà la Chiesa all’altezza delle sfide del tempo, della domanda di fede liberante, di spiritualità incarnata, di politica finalmente “alta” e di solidarietà capace di rinnovare la convivenza umana? Una cosa è certa. La risposta non dipende solo dal nuovo Papa, né solo dalle gerarchie ecclesiastiche, ma finalmente dalla testimonianza di tutti i battezzati.

Giancarlo Grano - Delegato di AC della Zona di Potenza

Commenti

Partner tecnico :

  • Assistenza Anziani H24 - Gli iscritti possono attivare l'assistenza H24 per gli anziani, con vitto e alloggio, da parte di una badante certificata dall'Associazione ASSI.
  • FINANZIAMENTI EUROPEI - Sono numerose le call disponibili, tuttavia, il territorio non sempre è nella condizione di poterle intercettare e provare ad attivare nuove iniziative. T...
  • INNOVAZIONE TECNOLOGICA E CULTURALE - La tecnologia Google consente la facile introduzione di numerose innovazioni tecnologiche e culturali, tuttavia, una serie di fattori, che possiamo anche d...
  • IDEE STARTUP - Abbiamo definito 7 asset strategici per avviare numerose idee startup, con un grado di sviluppo differente, anche in funzione delle maggiori o minori resi...

contenuti popolari...

Altare principale Cattedrale di San Gerardo Potenza

L’altare di Santa Maria Assunta è stato realizzato da Bastelli Giuseppe nel 1739, ai lati fanno da corona scene del vangelo, dipinte ad olio e tempera su maschite dal pittore Onofrio Bramante nel 1980.
Salendo sull'altare, sulla sinistra è possibile vedere, in alto la scena della pesca miracolosa, in basso le beatitudini. Sulla destra, invece, in alto la crocifissione di Gesù, in basso Gesù che dividi il pane con gli apostoli.
La prima scena del vangelo rappresentata nell'abside, cominciando da sinistra, raffigura un Angelo, tenuto conto della vicinanza alla seconda, quella della natività, è riferita all’angelo che ha annunziato a Maria il concepimento di Gesù.
La terza scena rappresenta la strage degli innocenti, in cui Erode il Grande, re della Guidea, ordina un massacro di bambini allo scopo di uccidere Gesù, della cui nascita a Betlemme era stato informato dai Magi.
La quarta è la presentazione di Gesù al tempio, un episodio dell’infanzia di Gesù. Maria e Giuseppe portaro…

VIA CRUCIS DELLA FAMIGLIA 31 marzo 2017

Si svolgerà venerdì 31 marzo la Via Crucis cittadina organizzata dalla Consulta delle Aggregazioni Laicali dell’Arcidiocesi di Potenza-Muro Lucano-Marsiconuovo. L’iniziativa, presieduta dall’Arcivescovo mons. Salvatore Ligorio, avrà inizio dal Largo di Santa Lucia alle 17,30 e raggiungerà la Cattedrale intorno alle 19,00.  Attraverso le tradizionali “Stazioni” previste lungo via Pretoria, in Piazza Mario Pagano, Piazza Matteotti, Piazzetta Maffei, Largo Pignatari e Largo Duomo, saranno ripercorse idealmente le tappe dell’estremo sacrificio del Cristo, proponendo una parallela riflessione sulle croci fisiche e morali di cui sono oggi caricate le famiglie di oggi. Da quelle più intime e quotidiane, frutto del difficile accordo tra i coniugi, o delle preoccupazioni per la crescita e il futuro dei figli; fino a quelle provocate dalla disattenzione delle istituzioni che non sostengono la famiglia nel sempre più difficile compito di generazione, educazione, cura della vita e delle relazio…