Passa ai contenuti principali

Concorso: Cari Genitori vi scrivo una lettera


Cara mamma ... Caro papà … Quante cose vorrebbe dire ai genitori un figlio o una figlia ...
Parole d'affetto, di gratitudine, ma talora anche di rabbia, o forse di rancore. Per aiutare la relazione tra figli e genitori il Comitato organizzatore della Festa della Parrocchia Gesù Maestro (Quartiere di Macchia Romana) di Potenza, che si svolgerà dal 23 al 30 giugno 2013, invita a partecipare al concorso letterario:

CARI GENITORI, VI SCRIVO UNA LETTERA. 

Obiettivi. Lo scopo del Concorso è quello di mettere alla prova le capacità espressive dei giovani e di favorire la comunicazione tra le diverse generazioni, aiutando anche i genitori a "sintonizzarsi" con i loro figli, per porre attenzione ai sentimenti che essi provano e ravvivare quell’originaria comunità di vita e di amore che è la famiglia. 

Partecipazione. Il Concorso è rivolto ai giovani che hanno a cuore il loro rapporto con i genitori e vogliono contribuire a migliorare quell’armonia familiare che possa consentire loro di affrontare ogni tipo di ostacolo quotidiano. La partecipazione al Concorso comporta l’accettazione delle clausole comprese nel presente Regolamento. 

Modalità. Per partecipare basterà predisporre e stampare un testo dattiloscritto di massimo 40 righi, allegando ad esso un foglio in cui sia indicato il nome e il cognome dell’autore, il suo recapito e il numero di telefono, e sia riportata e firmata la seguente dicitura: “Il testo allegato è frutto del mio ingegno, non è opera di plagio, non viola i diritti di terze parti e ne autorizzo l’utilizzo ai fini del Concorso CARI GENITORI VI SCRIVO. Autorizzo il trattamento dei miei dati personali ai sensi del D.lgs. 196/2003” 

Trasmissione. Saranno ammessi gli elaborati che entro sabato 22 giugno saranno consegnati direttamente, o spediti a mezzo posta all’indirizzo dello sponsor del Concorso: il Liceo-Ginnasio Paritario (presso il Seminario Regionale) in Viale Marconi 104, 85100 Potenza. 

Giuria. L’organizzazione nominerà una Giuria formata da tre esperti, con il compito di individuare, a giudizio insindacabile, l’elaborato da premiare, con riferimento alla sua armonica composizione, alla freschezza del linguaggio, alla sincerità dei contenuti e alla sintesi espositiva. 

Premiazione. L’autore dell’elaborato vincitore avrà in premio un Tablet Mediacom (o prodotto similare). A tutti gli altri partecipanti sarà offerto un libro in omaggio. 

Informazioni. Altre informazioni presso il responsabile del Comitato organizzatore Giancarlo Grano (337.422963), o presso lo sponsor della iniziativa: Liceo-Ginnasio Paritario (presso il Seminario Regionale) in Viale Marconi 104, Potenza (0971.53514). 

Commenti

Partner tecnico :

contenuti popolari...

VERSO LA CITTÀ AMICA DELLA FAMIGLIA

Venerdì 9 giugno i responsabili del laicato cattolico della Diocesi di Potenza, e gli iscritti e simpatizzanti della Scuola Diocesana di Formazione all’Impegno Sociale e Politico, si danno appuntamento a Potenza alle ore 17:00, presso la Casa del Volontariato, in via Sicilia (ex sede Ipias) per un convegno sul tema: VERSO LA CITTÀ AMICA DELLA FAMIGLIA, NUOVE IDEE E BUONE PRASSI PER INNOVARE LE POLITICHE URBANE.
L’iniziativa della Consulta delle Aggregazioni Laicali e dell’Ufficio di Pastorale Sociale e del Lavoro, vuol essere anche un momento di studio offerto ai politici e agli amministratori locali con l’obiettivo di rilanciare la famiglia come elemento centrale nella società. 
Dopo il saluto di s.e. Salvatore Ligorio Arcivescovo di Potenza-Muro Lucano-Marsiconuovo e del presidente di ANCI Basilicata Salvatore Adduce, la relazione sarà sviluppata dal dott. Roberto Bolzonaro, uno dei massimi esperti in materia di politiche familiari, attualmente membro dell’Osservatorio Nazionale su…

Chiesa S.S. Anna e Gioacchino a Potenza

Il terremoto del 23 Novembre 1980 ha reso necessari i lavori di ristrutturazione della chiesa che era stata inaugurata il 23 dicembre 1956.
Per l’occasione si è inteso rielaborare gli spazi e disegnare le vetrate sulla base della riflessione conciliare del Vaticano II.
Il Vaticano II, infatti, ha orientato la Chiesa alla lettura dei segni dei tempi e del territorio quali dimensioni teologiche dell’interpretazione e della realizzazione del Regno di Dio.