Passa ai contenuti principali

Potenza nel culto di San Gerardo tra devozione, riti e tradizioni

L’Associazione Culturale Portatori del Santo apre la sua XVI edizione con le attività de “I Portatori a scuola”, progetto mirato a promuovere la cultura potentina, divulgare la conoscenza della storia della nostra città e delle nostre tradizioni e sensibilizzare le nuove generazioni alla festa del Santo Patrono.

Il grande successo che l'iniziativa riscontra di anno in anno, ha portato l'Associazione ad inserire in questa edizione un importante elemento innovativo: oltre alla visita guidata della cattedrale, possibile grazie alla collaborazione con l’Ufficio Diocesano per la Pastorale del tempo libero, turismo e sport, i bambini parteciperanno ad una visita guidata in tutto il Centro Storico di Potenza.

Durante il percorso saranno accompagnati da Rosario Avigliano, guida turistica abilitata, e dai Portatori del Santo, alla scoperta della nostra storia raccontata attraverso i luoghi più caratteristici di Via Pretoria, dei suoi vicoli suggestivi e delle sue Chiese.

La visita si terrà sabato 11 maggio a partire dalle ore 9.00 e coinvolgerà alcuni allievi delle sedi di Via Tirreno e via Bramante dell'Istituto Comprensivo “Lorenzo Milani Pz Quarto”.

L'itinerario “Potenza nel culto di San Gerardo tra devozione, riti e tradizioni” sarà il seguente:

1. Porta Salza (passando per la chiesa di San Michele)
Presentazione della visita, con riferimento anche alla “Parata dei Turchi”
Il Conte di Potenza Alfonso De Guevara entra in Città dalla Porta Salza.
Una grande rievocazione storica di 450 anni fa, simulando una grande battaglia fra il mondo cristiano e quello musulmano.
Miti personaggi e simboli nella Parata dei Turchi
L’ambientazione Cinquecentesca nella Parata dei Turchi

2. Piazza Mario Pagano (lato Teatro Stabile)
Potenza nell’Ottocento: lo sviluppo edilizio e demografico a partire dal 1806
La nuova Piazza Mercato
L’ambientazione Ottocentesca nella Parata dei Turchi


3. Piazza Mario Pagano (lato San Francesco)
Le Chiese dalla SS Trinità, San Francesco e San Michele
La Via Publica, la via più antica di Potenza
L’ambientazione medioevale nella Parata dei Turchi

4. Porta di San Giovanni
Potenza ai tempi di San Gerardo: caratteristiche urbanistiche ed edilizie
Le Porte medievali: Porta San Giovanni e Porta San Gerardo

5. Piazza Matteotti
Il culto del Santo Patrono nella Potenza Ottocentesca
La Parata dei Turchi
I riti, i simboli, i festeggiamenti, le processioni
Il Tempietto di San Gerardo

6. Largo Duomo, Cattedrale di San Gerardo
Il Culto e la leggenda di Sant’Aronzio prima di Gerardo La Porta da Piacenza
Gerardo La Porta, Vescovo di Potenza dal 1111 al 1119, proclamato Santo vox populi
I miracoli di San Gerardo nelle leggende e nella devozione Popolare
Breve cenno sulle origini e sulle caratteristiche architettoniche della Cattedrale

7. Cattedrale di San Gerardo
Viaggio tra gli affreschi e i tesori della nostra cattedrale, fino alla scoperta della cripta.
Alla fine del percorso i bambini si confronteranno con i Portatori del Santo che raccoglieranno le loro idee e i suggerimenti per rendere il progetto “I Portatori a Scuola” ancora più coinvolgente.

A tutti i bambini sarà regalato il fumetto realizzato dall'associazione con la storia della Parata dei Turchi e di San Gerardo.

Commenti

Partner tecnico :

contenuti popolari...

Parrocchia di Gesù Maestro, Macchia Romana, Potenza

Da domenica 24 giugno a domenica 1 luglio si svolgerà a Potenza la festa della Parrocchia di Gesù Maestro, posta al centro del nuovo e popoloso quartiere di Macchia Romana, ed affidata alle cure di don Michele Celiberti, della famiglia dei Discepoli. 
Lo scopo della festa, il cui titolo generale è Il “LA PARROCCHIA: UNA COMPAGNIA AFFIDABILE” è quello di far vivere una esperienza di chiesa gioiosa e accogliente, attraverso una serie di varie e articolate iniziative di cultura, amicizia, preghiera e animazione del tempo libero.

Convegno Nazionale: Laureati in scienze motorie. Tra sbocco professionale, lavoro nero e risorsa educativa

20 settembre 2012 Centro Congressi CEI, Via Aurelia 796Roma Il Convegno è gratuito non è previsto alloggio e pasti.
Questa iniziativa è una prima risposta a sollecitazioni emerse nell’ambito della Scuola di Pensiero “Uno sport per l’uomo aperto all’Assoluto” e intende avviare un lavoro di riflessione sull’identità formativa e professionale del “laureato in scienze motorie” nell’ambito della riflessione sulle “figure educative” secondo la scansione degli Orientamenti Pastorali della Chiesa Italiana.