Passa ai contenuti principali

Rassegna musicale "Gesualdo da Venosa"

I CONCERTI DEL CONSERVATORIO 
GESUALDO DA VENOSA 
DI POTENZA
edizione 2013

22 appuntamenti con la grande musica in poco più di cinque settimane, tutti ad ingresso gratuito, dal 1 ottobre al 7 novembre. 

Sette saranno, quest’anno, i luoghi della città deputati ad ospitare gli eventi realizzati dal Conservatorio intitolato al grande polifonista cinquecentesco di cui, quest’anno, ricorrono i 400 anni dalla morte: la Chiesa di S. Maria del Sepolcro, l’Auditorium del Conservatorio, il Grande Albergo Potenza, il Museo Provinciale, il Teatro Francesco Stabile, l’Università degli Studi della Basilicata e la Galleria Civica di Palazzo Loffredo. 

Una serrata maratona disegnata dal direttore dell’Istituzione, Umberto Zamuner, e dal vicedirettore Felice Cavaliere, con maestri e allievi protagonisti fra classica e jazz, recital solistici, ricercate proposte da camera, salotti musicali, pagine per coro polifonico e voci per il teatro musicale: dal Barocco al pieno Romanticismo passando per il primo Settecento buffo del più celebre Intermezzo pergolesiano, la Serva padrona sul palco del Teatro Stabile, e i grandi classici Haydn, Mozart, Beethoven (per un Settima Sinfonia con l’organico dell’epoca) fino a toccare il repertorio moderno, contemporaneo e le sperimentazioni della musica elettronica. Il tutto con un occhio di riguardo, naturalmente, per le celebrazioni dei vari anniversari con eventi dedicati a Carlo Gesualdo da Venosa, Verdi, Wagner, Poulenc e Hindemith. 

«L’edizione 2013 dei Concerti del Conservatorio – ha dichiarato il direttore Umberto Zamuner – esprime all’interno di un calendario che in novembre vedrà la nostra partecipazione alle grandi celebrazioni gesualdiane promosse dalla Regione Basilicata e, in maggio, il Festival di Musica Antica accanto agli incontri con le scuole, la volontà di rinnovare le coordinate specifiche di un’iniziativa da sempre attenta alla promozione del più ampio repertorio classico mirando, al contempo, ad un’ulteriore valorizzazione e divulgazione dei tracciati di produzione e ricerca messi a segno in chiusura dell’intero anno accademico. Di qui la varietà e la sperimentazione – ribadisce – nella scelta degli organici e dei repertori, ma anche dei nuovi siti di fruizione, con l’obiettivo di rendere ancor più viva la dialettica tra la sfera didattica e la prassi esecutiva, fra brani di tradizione e produzione contemporanea, fra rappresentazione scenica e approfondimenti musicologici, fra gli interpreti – docenti e allievi – ed un tessuto cittadino in fondamentale sinergia con la crescita culturale del principale polo di formazione musicale del territorio». 

In locandina, dopo la pagina sacra di Haydn proposta in apertura, fra i prossimi appuntamenti si segnalano:

MERCOLEDÌ 2 (ore 18.00), presso il GRANDE ALBERGO POTENZA, il concerto dal titolo “ASCOLTANDO LE COSE DAL … BASSO” con l’OSTINATObassTRIO, originale ensemble formato dai due contrabbassisti CARMINE LAINO, prima parte del Teatro S. Carlo di Napoli nonché docente del Conservatorio “Carlo Gesualdo da Venosa”, e ANDREA MACELLARO al fianco della pianista CIRA LARICCIA. Insieme daranno vita ad un raffinato itinerario settecentesco che, attraverso i compositori d’Italia (Porpora, Tartini, Lorenziti, Alessandro Marcello) e d’Europa (Haendel, Haydn, Hoffmeister), approderanno su pari tema amoroso al pieno virtuosismo ottocentesco firmato Bottesini e alle rarefatte atmosfere del Novecento britannico di sir Edward Elgar.

GIOVEDÌ 3 (ORE 18.00), presso l’AUDITORIUM DEL CONSERVATORIO DI MUSICA “CARLO GESUALDO DA VENOSA”, musica da camera interamente dedicata al Novecento storico con il duo di viola e pianoforte formato da ILARIO GASTALDELLO e MARINA BAUDOUX. Si ascolteranno la Sonata op. 11 n. 4 di Paul Hindemith, l’op. 48 di Benjamin Britten ("Lachrymae" scritta nel 1950 per il famoso violista William Primrose) e la Sonata op. 147 di Dmitri Shostakovich.

VENERDÌ 4 (ORE 18.00), il GRANDE ALBERGO POTENZA ospita DA WEBER A POULENC, bel capitolo dedicato alla letteratura per clarinetto e pianoforte. Protagonisti, il Maestro FRANCESCO GARZIONE al clarinetto e STEFANIA DE SANTI al pianoforte. In ascolto: il Gran Duo concertante op. 48 di Carl Maria von Weber, la Sonata n. 1 op. 120 di Johannes Brahms, la Sonata op. 167 di Camille Saint-Saëns e la Sonata in Si bemolle di Francis Poulenc. 

UFFICIO STAMPA E COMUNICAZIONE: 
Paola De Simone – cell. 3287441819 – paola.desimone@alice.it

Commenti

Partner tecnico :

contenuti popolari...

La biografia di S.E. Augusto Bertazzoni

Mons. Augusto Bertazzoni, nato a Polesine di Pecognaga (Mantova) il 10 gennaio 1876, ordinato sacerdo-te il 25 febbraio 1899, nominato arciprete parroco di S.Benedetto Po il 30 aprile 1904, eletto vescovo di Potenza e Marsico il 30 giugno del 1930, fece il suo ingresso in diocesi il 29 ottobre 1930, ove rimase per ben 36 anni, fino al 30 novembre 1966, data delle sue dimissioni. 
Fu uno dei vescovi settentrionali posti, in quella fase, alla guida di diocesi del mezzogiorno.
Quella assegnatagli era una diocesi considerata “piccola ma importante”, alle prese con una perdurante situazione di difficoltà di governo pastorale, accentuata da cinque anni di sede vacante seguiti alla fase travagliata che si era aperta subito dopo la scomparsa di Mons.Ignazio Monterisi, un grande vescovo che aveva guidato la diocesi per tredici anni (1900-1913) con mano sicura. 
Aveva avviato un percorso di rinnovamento della chiesa potentina, proiettandola verso le nuove sfide che si profilavano all’orizzonte e, …

Esposizione Arte Sacra dalla Passione alla Resurrezione

Inizia il 10 aprile alle 18 e durerà fino al 10 maggio 2019, la mostra di opere di Arte Sacra dedicata ad Antonio Masini, artista potentino, scoparso di recente.
Le opere sono esposte nella Cappella dei Celestini, in Largo Duomo, a Potenza.
La mostra è curata da Monsignor VitAntonio Telesca, Vicario Generale dell'Arcidiocesi di Potenza, Muro Lucano, Marsico Nuovo.
Le immagini sono un'anteprima di alcune delle opere della collezione privata, valorizzate dalla Borsa Europea del Fondo Europeo Diretto www.fedx.it/arte .

Parrocchia di Gesù Maestro, Macchia Romana, Potenza

Da domenica 24 giugno a domenica 1 luglio si svolgerà a Potenza la festa della Parrocchia di Gesù Maestro, posta al centro del nuovo e popoloso quartiere di Macchia Romana, ed affidata alle cure di don Michele Celiberti, della famiglia dei Discepoli. 
Lo scopo della festa, il cui titolo generale è Il “LA PARROCCHIA: UNA COMPAGNIA AFFIDABILE” è quello di far vivere una esperienza di chiesa gioiosa e accogliente, attraverso una serie di varie e articolate iniziative di cultura, amicizia, preghiera e animazione del tempo libero.