Passa ai contenuti principali

Papa Francesco incontra le Società Sportive

Sabato 7 giugno 2014 (nel pomeriggio) Papa Francesco vi aspetta in Piazza San Pietro. Sì, proprio cosi.

In occasione del 70° di fondazione del Csi avevamo nella testa e nel cuore l'idea di realizzare un incontro “storico“ tra il Papa e le società sportive di tutta Italia. Non abbiamo fatto in tempo ad accennare l'idea che Papa Francesco ha accolto con gioia ed entusiasmo la nostra proposta. Sarà una giornata incredibile. 

Piazza San Pietro sarà gremita dai colori delle maglie e delle divise da gioco delle società sportive, sarà invasa dalla gioia e dall’entusiasmo dei ragazzi, degli allenatori, dei dirigenti, degli arbitri…. Insomma di tutto il popolo delle società sportive di base che educano alla vita attraverso lo sport. 

Vogliamo avvolgere Papa Francesco con il grande abbraccio dello sport in Oratorio e dello sport in Parrocchia. Vogliamo e dobbiamo essere in tantissimi. Sicuramente più di 50 mila. 

Serve attivare subito una travolgente ondata di “contagio positivo” per mobilitarci e organizzarci. La palla ora, cari amici, passa a voi. 

Convocate subito i ragazzi, i genitori, gli allenatori, i dirigenti di tutte le vostre squadre e lanciate con entusiasmo la proposta… Sabato 7 giugno andiamo tutti in Piazza San Pietro. Nessuno deve restare a casa. Non solo Papa Francesco ci invita spesso a vivere una “nuova tensione missionaria”, ed alla luce di questo atteggiamento prendete con gioia il compito di coinvolgere società sportive “vostre amiche” del vostro territorio che magari non operano in Parrocchia ma che hanno a cuore l'educazione dei ragazzi e dei giovani. 

Ditegli: ”Ehi, lo sapete che Papa Francesco il 7 giugno incontra le società sportive ? Perché non venite anche Voi? Vivrete una giornata indimenticabile.” 

Tornado alla giornata di sabato 7 giugno è bello far sapere che sarà allestito in Via della Conciliazione un grande villaggio dello sport aperto a tutti quelli che vorranno giocare (ed in funzione dal venerdi). 

Tante società sportive decideranno di arrivare a Roma dal venerdi. Altre arriveranno direttamente sabato in giornata. Insomma ognuno si costruirà questa trasferta come vuole. Quello che conta sarà l'essere presenti in Piazza San Pietro nel pomeriggio per vivere un emozione e un esperienza che resterà nella storia della Vostra società sportiva. 

Un incontro tra il Papa e le società sportive era il “sogno” che avevamo per festeggiare nel modo piu bello i 70 anni del Csi. Ora tutto questo non è piu un sogno. E’ realtà vera e concreta. 

Ti aspetto insieme a tutti (ma proprio tutti) gli amici della Tua società sportiva sabato 7 giugno. Il conto alla rovescia è cominciato….

Maggiori informazioni e/o adesioni: 
Andrea Schiavone (Commissario Comitato Provinciale di Potenza) schiavoneandrea@alice.it

Commenti

Partner tecnico :

contenuti popolari...

VERSO LA CITTÀ AMICA DELLA FAMIGLIA

Venerdì 9 giugno i responsabili del laicato cattolico della Diocesi di Potenza, e gli iscritti e simpatizzanti della Scuola Diocesana di Formazione all’Impegno Sociale e Politico, si danno appuntamento a Potenza alle ore 17:00, presso la Casa del Volontariato, in via Sicilia (ex sede Ipias) per un convegno sul tema: VERSO LA CITTÀ AMICA DELLA FAMIGLIA, NUOVE IDEE E BUONE PRASSI PER INNOVARE LE POLITICHE URBANE.
L’iniziativa della Consulta delle Aggregazioni Laicali e dell’Ufficio di Pastorale Sociale e del Lavoro, vuol essere anche un momento di studio offerto ai politici e agli amministratori locali con l’obiettivo di rilanciare la famiglia come elemento centrale nella società. 
Dopo il saluto di s.e. Salvatore Ligorio Arcivescovo di Potenza-Muro Lucano-Marsiconuovo e del presidente di ANCI Basilicata Salvatore Adduce, la relazione sarà sviluppata dal dott. Roberto Bolzonaro, uno dei massimi esperti in materia di politiche familiari, attualmente membro dell’Osservatorio Nazionale su…

Chiesa S.S. Anna e Gioacchino a Potenza

Il terremoto del 23 Novembre 1980 ha reso necessari i lavori di ristrutturazione della chiesa che era stata inaugurata il 23 dicembre 1956.
Per l’occasione si è inteso rielaborare gli spazi e disegnare le vetrate sulla base della riflessione conciliare del Vaticano II.
Il Vaticano II, infatti, ha orientato la Chiesa alla lettura dei segni dei tempi e del territorio quali dimensioni teologiche dell’interpretazione e della realizzazione del Regno di Dio.