Passa ai contenuti principali

Venere in pelliccia di Roman Polasky

20 febbraio 2014
Cinema Don Bosco, Potenza - proiezioni ore 19.15 e 21.30

Con Emmanuelle Seigner, Mathieu Amalric. Drammatico, durata 96 min. - Francia,  Polonia 2013 

Si potrebbe parlare e scrivere di Roman Polanski per ore, tanto è essenziale, preciso e millimetrico il suo cinema. Più passa il tempo, maggiore è la forza dei suoi dispositivi a orologeria, macchine infinitamente accurate di un autore che tende all'essenziale senza mai essere perfetto (Dario Zonta, L'Unità).

Dopo il quartetto di Carnage Polanski torna con un duo ad affrontare un testo teatrale; se infatti all'origine c'è il libro omonimo di Leopold Von Sacher-Masoch (datato 1870), il film è l'adattamento per lo schermo di uno spettacolo di David Ives.

In un teatro parigino, dopo una giornata di provini per la pièce che sta per mettere in scena, Thomas si lamenta per lo scarso rendimento delle candidate. Nessuna ha le doti necessarie per interpretare il ruolo della protagonista. Ma, proprio mentre sta per andare via, si presenta Vanda; l'attrice incarna tutto ciò che Thomas odia. E' volgare, senza cervello, e si non ferma davanti a nulla pur di ottenere il ruolo.

Pur con molti dubbi, Thomas lascia una possibilità all'attrice ed è con stupore che vede la sua metamorfosi. Man mano che il "provino" va avanti e raddoppia di intensità, l'attrazione di Thomas per Vanda si trasforma in ossessione, dando così inizio ad “un gioco al massacro dove però non c’è nulla di volgare: siamo nella zona protetta dal genio registico e dal gusto claustrofobico” (Maurizio Porro, Corriere della sera).

Tutto il cinema di Polanski si nutre dell'ambiguità del vivere e del degrado che spesso si nasconde dietro apparenze di rispettabilità. Su questa scena agiscono un uomo e una donna. Entrambi entrano ed escono da parti assegnate o scelte per nascondere le identità più profonde: un sotterfugio per essere ciò che si vorrebbe essere, senza averne il coraggio>> (Giancarlo Zappoli, Mymovies). 

<<Un film quasi perfetto: spiritoso, grottesco, magnificamente recitato e girato con implacabile ritmo. Puro Polanski, uno dei massimi talenti della nostra epoca (Alessandra Levantesi Kezich, La Stampa).

Commenti

Partner tecnico :

contenuti popolari...

Festività di Sant'Antonio a Potenza

Festività di Sant'Antonio a Potenza C.da Sant'Antonio La Macchia 11 - 12 - 13 Giugno 2011
Programma religioso (31 - 12 giugno)
ore 17.45, Santa Messa e Tredicina
Lunedi 13 Giugno: ore 8.30 - 10.00 - 11.30 Santa Messa 
Il Pane sarà benedetto dopo la Messa delle ore 8.30
Ore 18.00 - Processione per le Vie della Contrada, al termine Santa Messa (piazzale antistante la Chiesa)
dal 19 giugno al 28 agosto: ore 20.30: Santa Messa
Programma civile:

VERSO LA CITTÀ AMICA DELLA FAMIGLIA

Venerdì 9 giugno i responsabili del laicato cattolico della Diocesi di Potenza, e gli iscritti e simpatizzanti della Scuola Diocesana di Formazione all’Impegno Sociale e Politico, si danno appuntamento a Potenza alle ore 17:00, presso la Casa del Volontariato, in via Sicilia (ex sede Ipias) per un convegno sul tema: VERSO LA CITTÀ AMICA DELLA FAMIGLIA, NUOVE IDEE E BUONE PRASSI PER INNOVARE LE POLITICHE URBANE.
L’iniziativa della Consulta delle Aggregazioni Laicali e dell’Ufficio di Pastorale Sociale e del Lavoro, vuol essere anche un momento di studio offerto ai politici e agli amministratori locali con l’obiettivo di rilanciare la famiglia come elemento centrale nella società. 
Dopo il saluto di s.e. Salvatore Ligorio Arcivescovo di Potenza-Muro Lucano-Marsiconuovo e del presidente di ANCI Basilicata Salvatore Adduce, la relazione sarà sviluppata dal dott. Roberto Bolzonaro, uno dei massimi esperti in materia di politiche familiari, attualmente membro dell’Osservatorio Nazionale su…