Passa ai contenuti principali

NOMINA DEL NUOVO ARCIVESCOVO METROPOLITA DI POTENZA

Rinuncia dell’Arcivescovo Metropolita di Potenza-Muro Lucano-Marsico Nuovo (Italia) e nomina del nuovo Arcivescovo Metropolita

Il Santo Padre Francesco ha accettato la rinuncia al governo pastorale dell’arcidiocesi metropolitana di Potenza-Muro Lucano-Marsico Nuovo (Italia), presentata da S.E. Mons. Agostino Superbo, in conformità al can. 401 § 1 del Codice di Diritto Canonico.

Il Papa ha nominato Arcivescovo Metropolita di Potenza-Muro Lucano-Marsico Nuovo (Italia) S.E. Mons. Salvatore Ligorio, trasferendolo dalla sede arcivescovile di Matera-Irsina (Italia).


S.E. Mons. Salvatore Ligorio è nato a Grottaglie, arcidiocesi e provincia di Taranto, il 13 ottobre 1948. Ha compiuto gli studi nel Seminario Minore di Taranto, in quello Pontificio Regionale di Molfetta e presso la Pontificia Università Lateranense, conseguendo la licenza in Teologia Pastorale.

È stato ordinato sacerdote il 13 luglio 1972.

Dopo l’ordinazione sacerdotale ha ricoperto i seguenti incarichi: Vicario parrocchiale nella parrocchia “S. Famiglia” di Martina Franca; Rettore del Seminario Arcivescovile di Martina Franca; Canonico del Capitolo Metropolitano di Taranto; Vicario zonale di Grottaglie e Membro di diritto del Consiglio Presbiterale; Membro del Collegio dei Consultori; Insegnante di Religione nelle Scuole Statali. Parroco dal 1984 della parrocchia “Madonna delle Grazie” a Grottaglie.

Eletto Vescovo di Tricarico il 19 dicembre 1997 ha ricevuto la consacrazione episcopale l’11 febbraio del 1998. Il 20 marzo 2004 è stato promosso alla sede arcivescovile di Matera-Irsina. È Vicepresidente della Conferenza Episcopale della Basilicata. In seno alla Conferenza Episcopale Italiana è Membro della Commissione Episcopale per le migrazioni.

Commenti

Partner tecnico :

contenuti popolari...

Esposizione Arte Sacra dalla Passione alla Resurrezione

Inizia il 10 aprile alle 18 e durerà fino al 10 maggio 2019, la mostra di opere di Arte Sacra dedicata ad Antonio Masini, artista potentino, scoparso di recente.
Le opere sono esposte nella Cappella dei Celestini, in Largo Duomo, a Potenza.
La mostra è curata da Monsignor VitAntonio Telesca, Vicario Generale dell'Arcidiocesi di Potenza, Muro Lucano, Marsico Nuovo.
Le immagini sono un'anteprima di alcune delle opere della collezione privata, valorizzate dalla Borsa Europea del Fondo Europeo Diretto www.fedx.it/arte .

Presenta FEDx

FEDx è l’acronimo di Fondi Europei Diretti, ovvero i finanziamenti a fondo perduto, dal 70% al 100%, che la Commissione Europea rende disponibili ai soggetti pubblici, associazioni, imprese, ricercatori, privati e cittadini, per raggiungere gli obiettivi approvati.
Questa tipologia di finanziamenti a fondo perduto, sono spesso confusi con i fondi europei gestiti dallo Stato e dalle Regioni, tanto da non essere conosciuti, come certificano anche i dati sul numero dei partner europei interessati a presentare proposte di attivazione, x accedere alle agevolazioni previste dai singoli Fondi Europei Diretti.
Considerato che x attivare un Fondo Europeo Diretto sono necessari almeno 3 partner in Stati europei differenti, si comprende, anche grazie alle elaborazione grafiche , che il numero potenziale dei progetti candidabili è molto basso, x alcuni anche di poche unità, sempre che tutti riescano a creare la compagine e ad inviare la richiesta di finanziamento.
La Borsa Europea www.fedx.it co…

Avviso Sacro: SAN GERARDO VESCOVO

Patrono della Città di Potenza e dell’Arcidiocesi di Potenza – Muro Lucano – Marsico Nuovo
30 MAGGIO 2011
Nel IX centenario della elezione di San Gerardo a Vescovo di Potenza 
Ricorre quest’anno il nono centenario (1111-2011) della elezione di San Gerardo, sacerdote, della famiglia piacentina Della Porta, a Vescovo di Potenza. 
Il suo tempo appare così lontano, ma in realtà è sempre a noi vicino perché la vita e il magistero del santo nostro Patrono ci parlano ancora. 
Trovò tanta povertà e ignoranza tra noi e ci accolse con amore, si piegò sui giovani con tenerezza di Padre e li istruì alla fede, li preparò alla vita buona. Difese di deboli, spezzò il pane ai poveri, fu esempio di carità e uomo di pace in quei tempi di guerre. Maestro di fede e buon Pastore tra la nostra gente, è invocato Patrono dal nostro popolo che a lui si affida. 
Come il grande Papa del nostro secolo, il Beato Giovanni Paolo II, anche San Gerardo ripete oggi ai giovani: “non abbiate paura! Aprite, anzi spalancate le p…