Passa ai contenuti principali

Ufficio

Don Pierluigi Vignola
con S. Giovanni Paolo II
L’Ufficio per la Pastorale del Tempo libero, del Turismo e dello Sport ha come compiti principali:

a) promuovere un’adeguata riflessione sul significato culturale, sociale, etico ed ecclesiale di questi fenomeni;

b) sostenere le parrocchie, le scuole cattoliche, le associazioni, i gruppi e i movimenti nella programmazione delle attività pastorali in questi settori, compresa la promozione di pellegrinaggi;

c) coordinare le iniziative per la formazione degli animatori degli stessi settori;

d) offrire un servizio di consulenza per tutti i problemi connessi a queste attività”;

e) avviare progetti sperimentale nell'ambito delle proprie competenze.

Patrizio Pinnaro'
Segretario Ufficio

scrivi al Segretario
In particolare l’Ufficio nei tre ambiti di competenza e in collaborazione con gli Organismi di Curia competenti:

a) cura l’organizzazione di pubblicazioni e convegni;

b) coordina le iniziative diocesane, parrocchiali e dei vari enti di ispirazione cristiana operanti nei tre settori;

c) promuove la presenza in ogni zona pastorale di un responsabile coordinatore della pastorale dello sport come referente dell’Ufficio e dell’apposita Consulta diocesana;

d) cura la formazione di operatori pastorali attraverso scuole e corsi specializzati;

e) segue lo sviluppo della normativa in materia;

f) è punto di consulenza e servizio quotidiano per problemi di soggiorni, vacanze e recettività “povera” e sociale.

L’Ufficio mantiene un costante rapporto con il Centro per la Pastorale Giovanile, per quanto riguarda l’attività estiva giovanile (campeggi, case per ferie, viaggi) e l’attività sportiva.

L’Ufficio si avvale di due Consulte, entrambe presiedute dal Direttore dell’Ufficio e ciascuna con un proprio Segretario. Nel recupero di una visione cristiana integrale dell'uomo, anche nella sua dimensione terrena, il tempo libero è riscoperto come "tempo di grazia", tempo cioè di "ri - creazione" di tutti gli aspetti della persona, da quello fisico a quello intellettuale e spirituale, nelle ore "liberate"; dal lavoro e dalle altre preoccupazioni quotidiane per poter svolgere le mille possibili attività a questo scopo, non esclusi il riposo propriamente detto e la festa (specialmente se vissuta in chiave comunitaria) riscoperti come "anticipi della Festa eterna del Paradiso".

Per questo, l'Ufficio si impegna per una promozione ed un'educazione ad una tale fruizione integrale del tempo libero, sia attraverso azioni dirette (divulgazione dei documenti pontifici ed episcopali ed altri sull'argomento, formazione di operatori, assistenza "tecnica" e legale delle comunità, ecc…). sia attraverso il coordinamento delle associazioni e gruppi di ispirazione cristiana che operano nei vari settori tramite la propria Consulta.

Partner tecnico :

contenuti popolari...

La cappella di San Gerardo nel Duomo di Potenza

San Gerardo fu vescovo di Potenza dal 1111 al 1119 ed è il Santo patrono della Città di Potenza, la sua ricorrenza principale è il 30 Maggio, il giorno della traslazione delle sue reliquie, ma anche il 30 ottobre, giorno della sua morte.
Le reliquie di San Gerardo sono venute alla luce nel 1250 ad opera del vescovo Orberto, che provvede a traslocare solennemente le venerate reliquie in un’apposita cappella eretta in onore del Santo.
L’altare reca lo stesso stemma araldico di mons. De Luca. Nel 1629 il vescovo Diego De Vargas, scrivendo alla Santa Sede, ricordava che il venerato corpo era custodito nel tempio, ma in luogo sconosciuto perché nascosto per timore di profanazione.
Il 26 giugno 1644 il vescovo Michele De Torres consacrò la chiesa e l’altare maggiore, sotto il quale, in un sarcofago di pietra, dell’epoca tardo romana, ripose l’urna contenente il sacro corpo.
Mons. Bartolomeo De Cesare il 18 dicembre 1817, fece la ricognizione delle reliquie che ripose in due casse. Mons. Be…

Cattedrale di San Gerardo Potenza

Poche le notizie disponibili, e non sempre possiamo averne la certezza storica, mentre possiamo scoprire i messaggi evangelici, che il clero potentino ci ha tramandato, tramite le opere di arte sacra giunte a noi. 
La cattedrale di San Gerardo a Potenza ha subito numerose modifiche, ma possiamo ipotizzare che siano state molte di più visto che mancano ca. sei secoli, atteso che i resti più antichi risalgono ca. al VI secolo.
I primi rifacimenti radicali sono avvenuti intorno al 1200, ad opera del vescovo Bartolomeo, poi nel 1789 il vescovo Serrao la fece ricostruire più ampia. Dopo il terremoto del 1857 fu abbattuta e ridimensionata, mentre a causa di quello del 1930, negli anni ’30 furono eseguite grandi opere di restauro.
Purtroppo la violenza della seconda guerra mondiale non ha risparmiato anche la Cattedrale, tanto da essere ferita dai bombardamenti dell’8 settembre 1943, per poi essere riparata negli anni 45-50.
L’ultimo restauro è avvenuto il 1985, a seguito del violento terre…

Parrocchia di Gesù Maestro, Macchia Romana, Potenza

Da domenica 24 giugno a domenica 1 luglio si svolgerà a Potenza la festa della Parrocchia di Gesù Maestro, posta al centro del nuovo e popoloso quartiere di Macchia Romana, ed affidata alle cure di don Michele Celiberti, della famiglia dei Discepoli. 
Lo scopo della festa, il cui titolo generale è Il “LA PARROCCHIA: UNA COMPAGNIA AFFIDABILE” è quello di far vivere una esperienza di chiesa gioiosa e accogliente, attraverso una serie di varie e articolate iniziative di cultura, amicizia, preghiera e animazione del tempo libero.